Poche imprese femminili nell'Aquilano. Puntare su competenze

Giovani imprenditori,è anche sostegno lotta a violenza economica

(ANSA) - PESCARA, 26 NOV - A fine 2019 in Abruzzo erano attive 33.946 imprese femminili; delle 6.423 relative alla provincia dell'Aquila il 17,1% operano nel settore agricoltura, il 6,2%, nelle attività manifatturiere, il 5,3% nelle costruzioni, 28,1% nel commercio e 42,8% in servizi non commerciali. Per Laura Tinari, presidente Giovani Imprenditori di Confindustria L'Aquila Abruzzo Interno, "c'è ancora un gap rispetto al quadro economico del territorio e al numero di imprese maschili. Il Fondo per l'imprenditoria femminile, istituito presso il ministero dello Sviluppo economico e inserito nella legge di Bilancio 2021 può essere un primo passo per colmare questo divario. Previsti contributi a fondo perduto per avviare imprese individuali e attività libero- professionali, finanziamenti a tasso zero, finanziamenti agevolati e finanziamenti a fondo perduto per rafforzare le imprese costituite da almeno 36 mesi, percorsi di assistenza tecnico- gestionale nel marketing e sottoscrizione di strumenti finanziari partecipativi a beneficio delle imprese a guida femminile. Il Fondo a sostegno dell'impresa femminile. Le misure a sostegno del lavoro femminile, inoltre, si pongono come leva e strumento per combattere la violenza economica" immaginando un percorso di lavoro in piena autonomia. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie