Abruzzo
  1. ANSA.it
  2. Abruzzo
  3. Nuova Pescara: Associazione, monito Masci a chi vuole rinvio

Nuova Pescara: Associazione, monito Masci a chi vuole rinvio

"Accogliamo con grande soddisfazione lettera aperta sindaco"

(ANSA) - PESCARA, 09 AGO - "Accogliamo con grande soddisfazione la lettera aperta di Carlo Masci sulla Nuova Pescara. Il sindaco si era espresso positivamente sull'esito referendario e sul rispetto dei tempi dettati dalla Legge regionale anche durante la campagna elettorale che l'ha portato a diventare primo cittadino di Pescara. Da allora, la sua coerenza è stata più volte evidenziata, almeno quanto l'incoerenza di altri politici, predisposti più alla concertazione per interessi personali che al rispetto della volontà popolare". E' quanto si legge in una nota del presidente dell'Associazione Nuova Pescara, Marco Camplone.
    "L'auspicio è che l'iniziativa di Masci apra una costruttiva e veloce riflessione nel centrodestra regionale, dalle cui fila, solo una manciata di giorni fa, era pronto il lancio di un emendamento per far slittare la fusione di Pescara, Montesilvano e Spoltore al 2027". Secondo Camplone , "se Masci ha preso carta e penna adesso, in vista delle Politiche, magari è per ricordare a chi vuole candidarsi che accollarsi la responsabilità del rinvio di Nuova Pescara, fusione finanziata con 105milioni di euro dallo Stato, rappresenta un suicidio politico nonché una macchia indelebile impressa sui libri di storia della città e dell'Abruzzo".
    Nella nota Camplone ricorda poi che "la Legge regionale è stata votata all'unanimità nel 2018, a quattro anni dal referendum, su sollecitazione dell'Associazione Nuova Pescara, la cui costituzione, da parte delle maggiori associazioni rappresentanti il mondo produttivo cittadino e regionale, si era resa necessaria proprio per sollecitare la Legge. A chi chiede il rinvio al 2027 - nella lista figura anche Chiara Trulli, neo sindaco di Spoltore - va ricordato che c'è già stato un rinvio dal 2022 al 2023 causa Covid, e che la Legge prevede un altro possibile differimento ai primi del 2024". In conclusione, l'Associazione "invita tutti i politici delle tre città a lavorare per onorare la volontà dei cittadini e iniziare una seria progettazione, che guardi al futuro di quasi 200mila cittadini". (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA



        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere


        Modifica consenso Cookie