Unhcr, 79 milioni in fuga, l'1% della popolazione mondiale

Dato senza precedenti, in dieci anni 100 milioni di persone

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 18 GIU - Le persone in fuga da conflitti, persecuzioni o violenze sono più dell'1 per cento della popolazione mondiale - 1 persona su 97 - mentre continua a diminuire inesorabilmente il numero di coloro che riescono a fare ritorno a casa. Lo denuncia l'agenzia Onu per i rifugiati Unhcr nel suo rapporto annuale Global Trends.
    Alla fine del 2019 risultavano essere in fuga 79,5 milioni di persone, il 40% dei quali minori (30-34 milioni). L'Unhcr non aveva mai registrato un dato tanto elevato di persone vittime di esodi forzati.
    Negli ultimi dieci anni almeno 100 milioni di persone sono state costrette a fuggire dalle proprie case, in cerca di sicurezza all'interno o al di fuori dei propri Paesi. Si tratta di un numero di persone maggiore di quello dell'intera popolazione dell'Egitto, il 14esimo Paese più popoloso al mondo.
    Il rapporto segnala che il numero di persone in fuga è quasi raddoppiato dal 2010 alla fine del 2019 (41 milioni allora contro 79,5 milioni oggi) e rileva come per i rifugiati sia divenuto sempre più difficoltoso porre fine in tempi rapidi alla propria condizione. Negli anni Novanta, una media di 1,5 milioni di rifugiati riusciva a fare ritorno a casa ogni anno, mentre negli ultimi dieci anni la media è crollata a circa 385.000.
    (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA