All'Università di Pisa progetto di politiche di genere in Ue

Su come integrare la voce femminile nelle politiche europee

Redazione ANSA PISA

(ANSA) - PISA, 03 MAR - Con l'obiettivo di rafforzare il concetto di parità di genere all'interno delle politiche europee, ha appena preso avvio il progetto Wise 4 All Challenges, un'iniziativa di cui è partner anche il Dipartimento di Scienze Politiche dell'Università di Pisa.
    Il gruppo di ricerca pisano è costituito dalla professoressa Rita Biancheri, responsabile scientifica del network Health Union, dalla professoressa Vanessa Manzetti e dalla dottoressa Francesca Pecori. Gli obiettivi principali del progetto, che terminerà a marzo 2022, sono aumentare e incrementare la partecipazione di donne e giovani alle iniziative del Parlamento europeo; integrare la voce femminile, in modo multidisciplinare, nelle politiche europee (ambiente, politiche sociali, trasformazione digitale e salute); definire i contenuti della rete Wise4All per la Conference on Future of Europe e promuovere il dibattito sul Recovery Fund, secondo un approccio di genere.
    "Le nostre azioni vogliono portare a integrare il concetto di 'equità di genere', attraverso la costruzione di un processo partecipativo che promuova pratiche innovative per un cambiamento socio-culturale in tutti i settori coinvolti nel progetto e, in particolare, nell'ambito della salute - spiega Biancheri - .Questo processo porterà alla creazione di una piattaforma europea sul tema delle donne e dell'innovazione sociale, che costituirà un punto di riferimento per le associazioni, le imprese e gli stakeholder che condividono gli stessi interessi".
    Oltre all'Università di Pisa, fanno parte del consorzio del progetto: Green Deal, Labsus&Freud, Libera, Incoma, S-Com, Social Pillar e Wep. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA