Ue: Romani (Bei), tassonomia green è un bisogno del mercato

Per avere informazioni chiare e comparabili

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 23 NOV - "Per la prima volta si stabilisce un legame stretto tra finanza ed economia e c'è l'opportunità di realizzare questo legame stretto sul piano dei fatti piuttosto che solo sul piano delle dichiarazioni". Lo afferma l'head of sustainability funding della Banca Europea per gli Investimenti, Aldo Romani, sottolineando l'importanza del regolamento europeo sulla tassonomia sulle attività economiche ecosostenibili, al quale la Bei si sta allineando.
    Romani rimarca il carattere "propositivo" del regolamento sulla tassonomia perché "è stato creato un quadro all'interno di cui è possibile, per gli emittenti, decidere sugli obiettivi ambientali definiti dalla tassonomia sulla base della propria scelta personale, ed essere in linea con la logica messa in atto per rendere più chiare e comparabili le informazioni". "Questo è quello di cui il mercato ha bisogno", aggiunge.
    "Gli emittenti - spiega Romani - hanno la possibilità di strutturare criteri base che riflettono quello che loro fanno sul campo rendendolo più trasparente." (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA