Rifiuti: recepita la direttiva Ue sull'economia circolare

Unirima, l'obbligo della detassazione va nella giusta direzione

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 14 SET - Il 26 settembre entrerà in vigore il decreto legislativo di recepimento delle direttive europee su rifiuti e imballaggi, che è stato pubblicato sulla Gazzetta ufficiale.
    "Recependo il Pacchetto Economia Circolare, il Governo dimostra attenzione nei confronti delle prospettive sostenibili per il futuro del Paese e sensibilità nei confronti delle istanze avanzate durante l'iter legislativo dal settore del recupero e riciclo dei rifiuti. Il principio dell'obbligo della detassazione va nella giusta direzione di sostenere le imprese della Green Economy e contribuisce allo sviluppo di un comparto industriale tra i più competitivi a livello europeo", commenta, in una nota, il direttore generale di Unirima, Unione nazionale imprese recupero e riciclo maceri, Francesco Sicilia.
    Con il decreto legislativo di recepimento delle direttive europee su rifiuti e imballaggi, spiega l'associazione, il Governo ha chiarito che la nuova definizione di rifiuti urbani, che include anche i cosiddetti rifiuti simili, è tale ai soli fini del calcolo degli obiettivi di riciclo e non per affidarne la privativa ai Comuni, non si pregiudica pertanto la ripartizione delle responsabilita' in materia di gestione dei rifiuti tra gli attori pubblici e privati.
    Nel decreto, pubblicato ieri in Gazzetta ufficiale, viene inoltre stabilito che le utenze non domestiche che conferiscono i rifiuti al di fuori del servizio pubblico e dimostrano di averli avviati al recupero mediante attestazione rilasciata dal soggetto che effettua l'attività di recupero sono escluse dalla corresponsione della componente tariffaria rapportata alla quantità dei rifiuti conferiti. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA