Costa,10 milioni all'anno per certificati ambientali

Ministro, per invogliare aziende, organizzazioni e cittadini

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 24 NOV - Nella legge di Stabilità "prossima da approvarsi ho voluto un articolo, il 135, che mette 10 milioni per anno", quindi 30 milioni per i tre anni della Legge, "per spingere la certificazione ambientale volontaria perché a livello territoriale sia appetitosa in modo che chi se ne beneficia possa avere dei benefit che siano green, e che rientrino nell'immaginario del cittadino per l'affidabilità che si dà a queste organizzazioni, a queste produzioni o servizi".
    Lo ha detto il ministro dell'Ambiente, Sergio Costa, intervenuto in videoconferenza alla cerimonia dei Premi Ecolabel Ue ed Emas 2020, assegnati dal Comitato per l'Ecolabel e l'Ecoaudit del ministero dell'Ambiente alle imprese con certificazione ambientale europea.
    Con Emas (il sistema a cui possono aderire volontariamente le imprese e le organizzazioni, sia pubbliche che private, che desiderano impegnarsi nel valutare e migliorare la propria efficienza ambientale), ha proseguito Costa "c'è la possibilità di certificarsi come enti pubblici, e mi farebbe piacere che fossero certificati anche i parchi nazionali, ad esempio la Rete 2000, mi piacerebbe che tutti i soggetti che fanno parte del ministero dell'Ambiente cogliessero l'occasione, perché questo sforzo supplementare sarebbe fortemente simbolico".
    Il ministro ha rilevato di aver voluto mettere queste risorse nella legge di Stabilità "per dimostare che c'è un parlamento che investe, quindi il popolo italiano che lo vuole, e non un ministro o un governo, ma anche costruire l'altro percorso del Made green in Italy che è già ampiamente decretato, finanziato e partito, perché è il soggetto che ci consetente che di magnificare il lavoro Emas ed ecolabel. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA