Invitalia:proposta di criteri Esg per gli incentivi alle Pmi

Durante, siano legati a valutazione dell'impatto socioambientale

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 04 GIU - Incentivi a fondo perduto legati all'impatto sociale e ambientale delle attività delle Piccole e medie imprese e misure per l'innovazione digitale di tutti i settori, anche quelli più tradizionali come la ristorazione.
    Sono due delle proposte che arrivano da Invitalia, con il responsabile Area Occupazione, Vincenzo Durante, che intervenendo all'Asvis Live "Ambiente, salute e società sostenibili: alla scoperta delle connessioni" ipotizza "una valutazione di impatto socio-ambientale a tutte le misure agevolative destinate al favorire i processi di crescita per le Pmi".
    In particolare Durante propone di graduare l'intensità del fondo perduto in misura proporzionale alla capacità di soddisfare di questo criterio di valutazione. All'interno di questo, poi, "bisognerebbe contemplare attenzioni inedite - dice - per esempio al tema della parità retributiva di genere o all'adozione di forme di remotizzazione dei dipendenti delle pmi beneficiarie".
    Il dirigente sottolinea poi l'esigenza di "strumenti ad hoc per l'economia circolare e sostenibile, l'agricoltura di prossimità e il turismo esperienziale" e di un rafforzamento degli strumenti per l'innovazione in particolare digitale, anche in settori tradizionali come la ristorazione. In generale, da Durante arriva la proposta di "superare l'approccio eccessivamente investimento-centrico degli ultimi anni e costruire misure che abbiamo come base il costo del lavoro, anche qui con delle premialità per l'occupazione femminile". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA