Responsabilità Editoriale Gruppo Italia Energia

Aste stoccaggio gas, ecco le regole 2019-2020

La capacità di modulazione scende a 7,5 mld mc, almeno 510 mln mc per flessibilità alla punta. Il decreto Mise (articolo di Quotidiano Energia)

Quotidiano Energia - Il ministero dello Sviluppo economico ha pubblicato il decreto annuale contenente la determinazione e le modalità di allocazione della capacità di stoccaggio per il periodo contrattuale 2019-2020, che tiene conto dell’avvio lo scorso 29 dicembre del deposito di Ital Gas Storage a Cornegliano Laudense e di richieste di stoccaggio minerario al Mise per 150,5 milioni di mc da parte dei titolari delle concessioni di produzione gas (151,3 mln mc nel 2018-2018).

Il decreto, che nell’anno contrattuale 1° aprile 2019-31 marzo 2020 mantiene invariata a 220 mln mc la quota allocata presso Stogit per il servizio di bilanciamento, indica lo spazio di stoccaggio di modulazione di punta in 7.585 mln mc, in calo rispetto ai 7.645 mln mc del 2018-2019 per i minori profili erogativi previsti per Edison Stoccaggio (825 mln mc contro i precedenti 885 mln mc), a fronte di profili per Stogit stabili a 6.760 mln mc.

Il provvedimento conferma altresì l’offerta di servizi di flessibilità “laddove sia disponibile punta di erogazione aggiuntiva per effetto di mancati utilizzi precedenti o in corrispondenza di riduzione volontaria della prestazione futura” e quantifica le ulteriori capacità di stoccaggio disponibili da mettere all’asta in 4.558,5 mln mc (4.717 mln mc nel 2018-2019), più la quota di stoccaggio non richiesta, “anche per servizi diversi dalla modulazione … come prodotti di tipo uniforme e/o che amplino l’offerta di flessibilità”. In particolare, Stogit dovrà mettere all’asta “almeno” 450 mln mc ed Edison Stoccaggio 60 mln mc per “servizi che consentano un uso più flessibile della punta”.

Sul fronte dell’offerta di servizi pluriennali di stoccaggio di tipo uniforme da parte di Stogit, nel 2019-2020 è confermata la quota di capacità di 1 miliardo mc, aggiuntivi agli 821 mln mc già conferiti nell’anno contrattuale precedente.

Il decreto conferma infine le modalità e scadenzamento delle procedure delle assegnazioni di capacità tramite aste e la “prestazione di punta massima pari a 150 mln mc per una durata di tre giorni” che Stogit dovrà garantire in caso di emergenza.

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: