Responsabilità Editoriale Gruppo Italia Energia

"Fotovoltaico, il protezionismo Usa non fa bene al comparto"

Sul nuovo numero di e7 intervista a Gianni Chianetta (Global Solar Council) (articolo di e7 settimanale QE)

e7 settimanale QE - La diminuzione dell’occupazione Usa nel settore fotovoltaico è la conferma che chiudere le frontiere non serve. L’Europa ha già fatto lo stesso errore con l’antidumping e ora guarda al 2020 con fiducia, ma serve meno burocrazia. “Abbiamo già sperimentato negativamente nell’Unione come tasse di importazione e antidumping non siano produttivi per far crescere l’industria”, commenta a e7 Gianni Chianetta, co-chairman della associazione internazionale Global Solar Council. “Bisogna capire come fare un altro salto tecnologico per abbassare ancora i costi e far crescere le nuove frontiere del mercato. Penso all’integrazione architettonica o alla semplificazione amministrativa. Le rinnovabili non sono un vero mercato liberalizzato, ci sono ancora molte restrizioni”.

Il settimanale si occupa poi di Brexit: senza l’intesa il 30 marzo sarà “hard Brexit”. Che si tratti di un “no deal”, di un referendum bis o di elezioni anticipate la separazione sarà complicata e incisiva sulla Politica agricola comune. A sostenerlo Paolo De Castro, primo vicepresidente della commissione Agricoltura del Parlamento europeo.

La transizione energetica in corso ha un profondo impatto sulla scelta di materie prime e prodotti per rendere il passaggio rapido ed economicamente fruibile. Su e7 l'approfondimento sul legame tra rame, Cop21 e decarbonizzazione.

I mille volti del digitale: dalla casa all’autostrada intelligente. In occasione della presentazione del Digital energy report 2018 dell’Energy&strategy group del Politecnico di Milano le video interviste del settimanale a: Massimo Garavaglia sottosegretario del ministero dell’Economia, Angela Tumino direttore dell’Osservatorio Internet of Things, Vittorio Chiesa direttore dell’Energy&strategy group.

 

Ingegneri, architetti e geometri devono saper collaborare nell’ottica della progettazione integrata per poter cogliere tutte le opportunità dell’innovazione, di cui le trenchless technology sono un esempio su cui si sta ponendo grande attenzione. Questo uno dei messaggi principali emersi nel corso del convegno “Le tecnologie no-dig. L’esperienza di Cisterna di Latina”, organizzato il 14 febbraio da Acqualatina.

Infine sempre su e7 bilancio di sostenibilità: i nuovi standard GRI. Il contributo di Simona Albanese, technical specialist di Stantec.

 

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: