Migranti: prima nave Emergency per soccorsi nel Mediterraneo

Salperà a inizio novembre da Genova verso la Libia

Redazione ANSA GENOVA

(ANSA) - GENOVA, 20 OTT - La prima nave di Emergency per il soccorso dei migranti nel Mar Mediterraneo centrale è stata presentata al Porto Antico di Genova. Si chiama 'Life Support' con stampata sullo scafo rosso la frase simbolo di Gino Strada: 'I diritti degli uomini devono essere di tutti gli uomini, proprio di tutti, sennò chiamateli privilegi'. Salperà a inizio novembre per la sua prima missione nella zona di ricerca e salvataggio antistante la costa della Libia, ma è pronta a operare nell'intero Mediterraneo centrale.
    Si tratta di una nave nata come supporto alle piattaforme petrolifere norvegesi lunga 51,3 metri, larga 12, 1.346 tonnellate di peso, che dopo 10 anni d'attività Emergency ha acquistato attraverso le donazioni dei privati e riconvertito grazie ai cantieri navali San Giorgio di Genova. "Era un sogno di Gino Strada", è stato detto. Può accogliere fino a 175 naufraghi, oltre a 27 unità di personale di bordo, di cui 10 d'equipaggio, 15 di supporto e 2 di affiancamento. Ha la peculiarità di avere un ponte coperto per accogliere i migranti dotato di ambulatorio in cui operano un medico, due infermieri e due mediatori culturali. "Abbiamo pensato di aprire la nave al pubblico per mostrare come lavoreremo quando saremo in mare ma anche per offrire un'occasione di riflessione sulla necessità di avere politiche migratorie che salvaguardino la vita umana - sottolinea la presidente di Emergency Rossella Miccio - Questo nuovo impegno contribuirà a riempire il vuoto lasciato da Italia e Unione Europea".
    Nel pomeriggio di domani e sabato la 'Life Support' accoglierà i cittadini. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA