Nomisma Energia, da ecobonus effetti sociali dannosi

Più efficaci lo svecchiamento del parco e manutenzione dei freni

Redazione ANSA ROMA

La politica di incentivi per l'auto elettrica si sta rivelando, secondo un'analisi di Ne Nomisma Energia "poco efficace e, sotto certi aspetti, quelli sociali, dannosa", perché distribuirebbe ricchezza a classi di reddito alte e la quota dei veicoli elettrici resterebbe marginale, al 2% di tutte le vendite ad agosto. Lo studio, intitolato 'Scenari energetici, sostenibilità e automobili' indica come azioni "più efficaci" per ridurre le emissioni dannose sarebbero lo svecchiamento del parco auto, le limitazioni dell'uso del legno nel riscaldamento, le manutenzioni dei freni e del manto stradale, la pulizia delle strade.
    Nomisma energia mette in guardia anche da un aumento accise sul gasolio, nell'ambito della revisione dei sussidi ambientalmente dannosi, ricordando che in Italia "la tassazione sui prodotti petroliferi, e in generale sull'energia, è una delle più alte al mondo che consente entrate ogni anno, in condizioni normali, di 40 miliardi euro, ma che quest'anno, causa pandemia, vedrà un calo del 20%, 8 miliardi in meno".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie