Lusso Mercedes, da Maybach W3 1921 alla 300 Adenauer del '51

Da subito eccellenza tecnica accompagna confort ed esclusività

Redazione ANSA ROMA

 Maybach, il brand che nell'ambito di Mercedes-Benz rappresenta la massima espressione della perfezione e del lusso, ha compiuto un secolo di vita nel 2021.
    La prima automobile firmata da Wilhelm Maybach - che era considerato il 're dei designer' nel mondo automobilistico dell'epoca - cioè la Modello W 3 venne infatti presentata nel settembre del 1921. Era lungo cinque metri ed era azionata da un motore a sei cilindri in linea da 70 Cv che permetteva una velocità massima di 110 km/h.
  

  L'azienda era stata fondata da Wilhelm Maybach con il figlio Karl nel 1909 e si era concentrata inizialmente sullo sviluppo e la produzione di motori da applicare nei dirigibili Zeppelin (ecco perché già allora impressionavano per qualità e affidabilità). Poco dopo la fine della Prima Guerra Mondiale, l'azienda iniziò a dedicarsi ai motori automobilistici e fu il figlio Karl a spingere per la produzione di propri veicoli.
    La Maybach W 3 vantava caratteristiche innovative che includevano un sistema di frenatura integrale con compensazione meccanica della forza frenante e una trasmissione a due velocità senza cambio (il passaggio dei rapporti avveniva premendo a fondo il pedale di avviamento).
    Come molte altre Case automobilistiche dell'epoca, Maybach non riteneva che l'esperienza principale della sua azienda risiedesse solo nella tecnologia ma che oltre alla qualità del design e delle finiture, avesse grande importanza fin dall'inizio ll confort eccezionale a vantaggio del conducente e dei passeggeri.
    Le prime Maybach vennero 'vestite' da carrozzieri indipendenti - come Auer (Cannstatt), Josef Neuss (Berlino), Franz Papler & Sohn (Colonia) e Spohn (Ravensburg) - e in totale, dal 1921 al 1928 furono prodotti circa 300 esemplari della Modello 22/70 HP, come era ufficialmente chiamata la W 3 in base alla sua classificazione di fabbrica.
    Alla W 3 seguirono da altri modelli decisamente lussuosi, come la Maybach Model 12 introdotta nel 1929 mentre nel 1930 debuttò la Maybach Zeppelin - prima vettura di serie con un motore V12 ad essere prodotta in Germania - che ha reso il marchio Maybach conosciuto in tutto il mondo come sinonimo di automobile di lusso.
    Nel arrivò anche la Mercedes-Benz 770 detta Grand Mercedes che disponeva di un motore sovralimentato a 8 cilindri in linea da 7,7 litri. Questo modello aveva un passo di 3,75 metri e una lunghezza fuori tutto di 5,60 metri e per equipaggiamenti ed esclusività proseguiva la tradizione del marchio di automobili di lusso.
    Prodotta fino al 1938 aveva un passo di 3,75 metri e una lunghezza fuori tutto di 5,60 metri. Ne furono costruiti individualmente nelle fabbriche automobilistiche Untertürkheim e Sindelfingen di Mercedes-Benz solo 117 esemplari.
    Dopo il 1938 la Grand Mercedes passò il testimone alla serie W 150 con una denominazione del modello identica. Questa seconda generazione della Mercedes-Benz 770 aveva sospensioni più moderne, dimensioni ancora maggiori e un motore più potente.
    Occorre aspettare il dopoguerra - esattamente il 1951- per assistere con la Mercedes-Benz 300 (W 186 e W 189) nel segmento delle auto di lusso. Il debutto della 300 avvenne al primo Salone Internazionale dell'Automobile (IAA) di Francoforte nell'aprile del 1951. E' stata utilizzata anche come vettura ufficiale del presidente tedesco Theodor Heuss e del cancelliere tedesco Konrad Adenauer tanto da essere chiamata ancora oggi la Adenauer Mercedes.
    Uno dei suoi punti di eccellenza era la sospensione posteriore con barra di torsione inseribile elettricamente per carichi più elevati. Era spinta da un motore a sei cilindri in linea 3,0 litri con albero a camme in testa.  
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie