Concorso di Eleganza di Villa d'Este celebra la Bella Auto

Come in altri grandi eventi, è di scena la passione per i motori

Redazione ANSA

COMO - Al via nelle due sedi di Villa d'Este e Villa Erba, a Cernobbio sulle rive del Lago di Como, l'edizione 2018 di quella che è diventata una delle più importanti manifestazioni mondiali dedicate alle auto e alle moto da collezione e in generale ai modelli da sogno e alla passione per i motori, il Concorso di Eleganza di Villa d'Este. Questo evento, che ha come tradizionale punto di riferimento il Grand Hotel Villa d'Este, si sta ormai avvicinando per notorietà e qualità dell'organizzazione e dei veicoli partecipanti a quella che è considerata la 'Serata degli Oscar' dei motori, il Pebble Beach Concours d'Elegance che si svolge nell'omonima località sulla costa californiana. Villa d'Este, Peeble Beach, assieme ad altri eventi (come quelli che si organizzano a Monte Carlo, a Parigi, in Florida ad Amelia Island) e soprattutto al Festival of Speed che si svolge in luglio a Goodwood in Inghilterra nella vastissima proprietà di lord Charles Gordon-Lennox March stanno sostituendo negli interessi degli appassionati e delle stesse Case costruttrici i Saloni dell'Auto e le manifestazioni più tradizionali.

La parata delle vetture in concorso

 

Unite da un comune denominatore - quello dell'incredibile fascino che viene esercitato anche nelle ultime generazioni dalle automobili del dopoguerra e, in particolare, da quelle a cavallo tra gli Anni '50 e '70, queste manifestazioni ribadiscono, se mai ce ne fosse bisogno, che le 4 ruote non hanno finito di suscitare emozioni né potranno essere cancellate dalla lista degli oggetti più desiderati anche quando (ammesso che ciò accada) sulle strade circoleranno solo veicoli elettrici e a guida autonoma.

Le splendide forme dei gioielli portati a Villa d'Este dai collezionisti di tutto il mondo, ma anche le emozioni che sono capaci di generare i prototipi disegnati dagli stilisti come 'prefigurazione' delle auto di domani (sul lago di Como sono protagonisti di un Concorso nel Concorso) confermano - esattamente quando si ammirano le sfilate dei capi di alta moda e poi ci si trova a fare acquisti negli shop dei brand popolari o negli outlet - che l'eccellenza è elemento insostituibile e punto di partenza (non di arrivo) per ogni processo creativo. La bella auto ha e avrà un futuro certo, e lo dimostra il fatto che modelli come la 'spiaggina' Fiat 500 Boano del 1958 che sfilerà domenica in una cornice principesca, accanto a vetture dal valore milionario, ha percorso un cammino comune ad altre auto ritenute di scarso interesse storico (è il caso delle vecchie Mini, delle 600, delle Giulia e delle Bianchina) ed ora scambiate tra collezionisti a cifre fino a qualche anno fa inimmaginabili.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: