Mercedes, evoluzione van: dalle cassette ai cockpit hi-tech

Il progresso nel corso degli anni per maggiore comfort a bordo

Redazione ANSA ROMA

Sedute comode e cockpit avanzati, realizzati su misura per i conducenti, soprattutto quando si tratta di veicoli commerciali. La nuova generazione del Mercedes-Benz Sprinter mostra quale sia il livello di benessere oggi offerto a conducente e passeggero nello svolgimento delle attività lavorative. Sistema di avviamento senza chiave Keyless Start, potenti climatizzatori e sedili anatomici che tutelano la salute della schiena, senza dimenticare il cambio automatico 9G-TRONIC, disponibile a richiesta, e il sistema multimediale MBUX sono solo alcuni dei dettagli con i quali lo Sprinter può facilitare il lavoro quotidiano dei suoi utilizzatori. I primi posti di guida dei veicoli per consegne, invece, erano piuttosto simili alle cassette delle carrozze trainate da cavalli - anche le modalità di guida degli antenati degli odierni veicoli commerciali leggeri non erano poi molto diverse da quelle di una carrozza. A livello mondiale, uno dei primi rappresentanti di questa categoria di veicoli fu il 0Benz Combinations-Lieferungs-Wagen' (carrozza per consegne combinata Benz), costruito nel 1896 dall'azienda che in quegli anni si chiamava Benz & Cie. La piccola carrozza con allestimento furgone rimovibile era stata ricavata dalla vettura per trasporto passeggeri Victoria, e disponeva di un motore monocilindrico da 2,5 CV in grado di trasportare un carico utile di 300 kg. Il primo van, sul quale il conducente sedeva su una cassetta imbottita, venne consegnato al grande magazzino parigino Du Bon Marché. Per il conducente non erano previsti né un parabrezza, né un tetto fisso e neppure un volante. Già i veicoli per consegna Benz-Gaggenau offrivano al conducente un comfort maggiore. Si trattava di veicoli costruiti dal 1911 al 1916, le cui denominazioni modello D11, KL11 e B10 rispecchiavano il relativo carico utile. A differenza dei loro predecessori, questi veicoli disponevano di un vero volante, con piantone dello sterzo inclinato che ne facilitava enormemente l'utilizzo. Ogni movimento di sterzata, tuttavia, richiedeva un grande sforzo. Nell'anno che vide la fusione delle aziende Daimler-Motoren-Gesellschaft e Benz & Cie. venne lanciato sul mercato il Mercedes-Benz L 1. Disponibile come piccolo veicolo commerciale leggero e come truck a seconda della carrozzeria e del carico utile, il modello offriva per la prima volta una variante a sé stante con allestimento furgone. L'innovazione più importante per il conducente e il passeggero era la cabina chiusa. Nel 1955 la giovane Repubblica Federale Tedesca si trovava nel pieno del miracolo economico: per far fronte alla crescente ondata di ordini e merci Mercedes presentò l'319 , primo autentico veicolo commerciale del marchio in quasi tre decenni di storia si distingueva dai suoi predecessori per il moderno concept della cabina avanzata, che consentiva di limitare l'ingombro. L'avveniristico layout e il grande successo di vendite fecero dell'L 319 il precursore di numerose generazioni di van Mercedes-Benz, fino alle attuali serie di Sprinter e Vito.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie