Con le batterie Gen 6 di Bmw sale l'autonomia, giù i costi

Notevoli vantaggi dalla forma cilindrica delle celle

Redazione ANSA ROMA

Maggiore autonomia, minor peso e costi più contenuti. Saranno i benefici derivanti dalle batterie Gen 6 che alimenteranno le Bmw elettriche del prossimo futuro. Lo sviluppo dei nuovi accumulatori procede spedito nel centro di ricerca e produzione Bmw situato a Monaco, in vista del debutto stimato nel 2025.

Promettono alta efficienza e maggiore velocità di ricarica, a fronte di una riduzione dei costi di produzione pari al 50%. La forma cilindrica delle celle offre il vantaggio di poter creare pacchi batterie più capienti senza aggravio di peso e dimensioni. Inoltre, consente la perfetta integrazione del pacco batterie nel pianale, a beneficio del dinamismo della vettura. All'interno delle celle cilindriche delle Gen 6, Bmw ha utilizzato più nichel e silicio, ma circa il 50% in meno di cobalto, ottenendo comunque una densità energetica capace di garantire circa il 30% di autonomia in più.

Per la produzione delle celle viene utilizzata energia rinnovabile, al loro interno cobalto, nichel e litio riciclati. Il debutto delle batterie Gen 6 dovrebbe avvenire nel 2025 con la nuova Serie 3 basata sulla piattaforma Neue Klasse.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie