Byton, da exploit suv elettrico M-Byte a rischio fallimento

Sospeso pagamento stipendi e avviata procedura tribunale locale

Redazione ANSA ROMA

 Byton, la start-up automobilistica di Hong Kong che aveva impressionato presentando al Consumer Electronics Show di Las Vegas del 2018 un suv elettrico dotato di un enorme schermo per l' infotainment da 48 pollici, è in gravi difficoltà finanziarie. Lo riferisce Nikkei Asia affermando che l'azienda, che ha una fabbrica in Usa, ha sospeso il pagamento degli stipendi dei suoi dipendenti e che sono state aperte le procedure concorsuali.
    I primi esemplari di pre-produzione di questo modello, denominato M-Byte, erano stati fabbricati nel 2020, ma la crisi del Covid-19 e altre difficoltà di avvio delle attività, comprese quelle commerciali, avevano costretto Byton a separarsi già nella primavera 2020 da più della metà della sua forza lavoro americana e a sospendere tutte le sue operazioni nel mese di luglio.
    Nonostante un tentativo di salvataggio da parte di Foxconn - il produttore dell'iPhone che ha iniettato nell'azienda circa 200 milioni di dollari, sembra che ad oggi la situazione di Byton non sia migliorata, con un futuro che appare sempre più incerto.
    Secondo Nikkei Asia, presso un tribunale locale è stata aperta una procedura fallimentare su richiesta di uno dei creditori di Byton. i principali investitori sembrano aver perso interesse per il progetto di Byton, come Foxconn che si è recentemente ritirata dall'investimento, Inoltre il Governo di Nanchino a settembre ha tagliato gli aiuti per sostenere il costo degli stipendi.  
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie