BMW Group, acciaio 'green' per ridurre emissioni CO2

Accordo stretto con startup svedese H2 Green Steel

Redazione ANSA MILANO

Ridurre le emissioni di CO2 alle fonti è il motivo alla base dell'accordo tra BMW Group e la startup svedese Green Steel, per la fornitura di acciaio 'green'. A partire dal 2025, l'azienda prevede infatti di rifornirsi di acciaio prodotto riducendo le emissioni di CO2 fino al 95% e senza l'utilizzo di risorse fossili come il carbone. Il BMW Group ha recentemente raggiunto un accordo con la startup svedese H2 Green Steel che utilizza idrogeno ed energia verde da fonti rinnovabili per la produzione di acciaio.
    A causa del suo processo produttivo ad alta intensità energetica, la produzione di acciaio è considerata una delle principali fonti di emissioni di CO2 a livello globale.
    "Il nostro obiettivo - ha dichiarato Andreas Wendt, membro del consiglio di amministrazione di BMW AG e responsabile degli acquisti e della rete dei fornitori - è quello di ridurre le emissioni di CO2 derivanti dalla supply chain dell'acciaio di circa due milioni di tonnellate entro il 2030. Approvvigionarsi di acciaio prodotto utilizzando idrogeno ed energia verde può dare un contributo vitale nel raggiungimento di questo obiettivo. L'acciaio è essenziale per la produzione di automobili e non sarà meno importante per le future generazioni di veicoli. Le tecnologie innovative che permettono di produrre acciaio potenzialmente senza carbonio hanno un impatto significativo sulla nostra capacità di ridurre le emissioni di CO2 nella nostra supply chain dell'acciaio".
    Oltre alla fornitura di acciaio prodotto utilizzando energia verde, il BMW Group e H2 Green Steel hanno concordato la creazione di un ciclo chiuso dei materiali. H2 Green Steel raccoglierà i resti di lamiera, come quelli prodotti negli impianti di pressatura durante la punzonatura delle portiere, e li lavorerà in modo tale che possano essere rispediti agli impianti sotto forma di nuovi rotoli di acciaio, chiamati anche bobine. In questo modo, le materie prime vengono utilizzate più volte in un'economia circolare salvaguardando le risorse naturali. Vista la minor quantità di energia per la produzione, l'acciaio riciclato abbassa le emissioni di CO2 di circa il 50-80% rispetto al materiale primario. 
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie