Volvo: un nuovo centro R&S per le batterie con Northvolt

L'impianto di ricerca e sviluppo sorgerà a Goteborg

Redazione ANSA ROMA

 Volvo Cars e Northvolt inaugureranno un centro di ricerca e sviluppo (R&S) congiunto a Göteborg, nell'ambito di un investimento di 30 miliardi di corone svedesi destinato allo sviluppo e alla produzione di batterie. Il nuovo centro sarà operativo nel 2022 e creerà alcune centinaia di posti di lavoro. In aggiunta, permetterà a Volvo Cars di posizionarsi tra i pochi marchi automobilistici che hanno inserito lo sviluppo e la produzione di celle per batterie tra le proprie attività ingegneristiche.
    Dopo l'annuncio della partnership fatto da entrambe le società all'inizio di quest'anno, Volvo Cars e Northvolt hanno siglato questa settimana un accordo vincolante per la creazione di una joint venture finalizzata allo sviluppo e alla produzione sostenibile di batterie. La realizzazione del nuovo centro a Göteborg sarà seguita dalla costruzione di un nuovo impianto di produzione in Europa. L'impianto produrrà celle per batterie di ultima generazione, sviluppate specificamente per essere utilizzate nella prossima generazione di auto a trazione solo elettrica di Volvo e Polestar. L'ubicazione esatta dell'impianto dovrebbe essere confermata all'inizio del 2022.
    "La nostra collaborazione con Northvolt assicura la fornitura di batterie di alta qualità e prodotte in modo sostenibile per la prossima generazione di Volvo a trazione solo elettrica", ha dichiarato Håkan Samuelsson, ceo di Volvo Cars. "Il progetto consoliderà le nostre competenze di base e la nostra posizione durante la trasformazione in una casa automobilistica focalizzata su una gamma di prodotti esclusivamente elettrici".
    Per quanto riguarda lo stabilimento condiviso di produzione delle batterie, Volvo Cars e Northvolt sono nella fase finale del processo di selezione dell'ubicazione adatta in Europa.
    L'impianto avrà una capacità annua potenziale fino a 50 gigawattora (GWh), il che consentirebbe di coprire il fabbisogno di batterie di circa mezzo milione di automobili all'anno. La costruzione dell'impianto inizierà nel 2023, per poi passare alla produzione su larga scala nel 2026, e si prevede che impiegherà fino a 3.000 persone. "Volvo Cars è un partner eccellente in vista della creazione di un'offerta di celle per batterie prodotte in Europa che abbiano un'impronta di carbonio molto bassa e siano ottimizzate, mediante l'integrazione nella vettura, per ottenere le migliori prestazioni dai veicoli elettrici di prossima generazione", ha commentato Peter Carlsson, ceo di Northvolt.  
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie