Levante Hybrid, il primo Suv elettrificato di Maserati

Prestazioni top e bassi consumi con 2 litri e batteria a 48volt

Giannantonio Pettinelli ROMA

Trecentotrenta cavalli che offrono prestazioni esaltanti e che fanno apprezzare ancora di più il piacere di guida strizzando l'occhio ai consumi. In aggiunta a ciò una vocazione al lusso e alla comodità per viaggi in prima classe. Sono le caratteristiche della nuova Maserati Levante Hybrid, il primo suv elettrificato della casa del Tridente.
    Dopo Ghibli Hybrid, lanciata lo scorso anno e in attesa del Grecale che verrà svelato nella primavera 2022, Levante Hybrid è stata presentata la scorsa primavera ed è il secondo tassello nella strategia di elettrificazione della Casa del Tridente che, in futuro, vedrà tutti i nuovi modelli elettrificati.
   

Maserati Levante Hybrid abbina al motore termico 2.0 litri a 4 cilindri un sistema ibrido a 48 Volt BSG (Belt Starter Generator), sviluppato da Bosch, che permette di recuperare l'energia in decelerazione e in frenata. Grazie a 330 Cv di potenza massima e a 450 Nm di coppia - e la presenza dell'esclusivo eBooster - disponibile già a 2.250 giri, le prestazioni della nuova Levante Hybrid sono di assoluto rilievo: oltre 245 km/h la velocità massima e scatto da 0 a 100 km/h in 6 secondi. Migliorate anche le emissioni di CO2 che sono del 8% in meno rispetto al diesel e del 20% rispetto al modello benzina.
    La versione ibrida di Levante pesa 20 kg in meno rispetto al V6 350 Cv benzina e ben 115 kg in meno rispetto al modello a gasolio e soprattutto ha una migliore distribuzione dei pesi, grazie al fatto che la batteria è collocata nella zona posteriore, senza compromettere la capacità di carico, bilanciando in maniera ottimale le masse del veicolo. Il tutto rende Levante Hybrid ancora più maneggevole e divertente da guidare.
    Abbiamo effettuato un test drive con la versione GT, il nuovo allestimento (assieme a Modena e Trofeo) della gamma Model Year 2022 con l'esclusiva colorazione tri-strato metallizzato denominato Azzurro Astro, disponibile all'interno del programma di personalizzazione Maserati Fuoriserie. Un vernice particolare che cambia colorazione in base alla luminosità. Saliti a bordo ci si trova subito a proprio agio immersi nelle rifiniture di alto livello e prestigio con largo impiego di rivestimenti in pelle pieno fiore. Per la versione ibrida, come nella Ghibli, esternamente il colore blu personalizza le tre iconiche prese d'aria laterali, le pinze dei freni e il logo sul montante posteriore. La stessa tinta blu si ritrova negli interni della vettura, in particolare nelle cuciture che ricamano i sedili. Ma le vere novità sono nascoste sotto il cofano con il BSG che svolge la funzione di un alternatore e permette di recuperare l'energia in frenata e decelerazione e va a caricare la batteria posta nel vano baule che, a sua volta, serve ad alimentare l'eBooster di cui è dotato il motore. Lo scopo della presenza di un compressore elettrico sulla vettura è quello di andare a supportare il turbocompressore classico, lavorando in serie con lo stesso, supportando l'erogazione di potenza del motore ai bassi regimi. L'accoppiata BSG ed eBooster permette di dare un extra boost anche quando il motore va a pieno regime in modalità sport, mentre in modalità normale serve a dare equilibrio a consumi e prestazioni. Consumi che si attestano in 9,7 litri/100 km nel ciclo WLTP.
    Levante Hybrid dispone dell'architettura del sistema di trazione integrale intelligente Q4. Nelle situazioni di guida normale la trazione integrale intelligente Q4 eroga il 100% della coppia alle ruote posteriori. Sui fondi sdrucciolevoli o in caso di perdita di trazione all'assale posteriore (accelerazione da zero o velocità molto elevata in curva), il sistema reagisce immediatamente trasferendo la trazione necessaria alle ruote anteriori e in appena 150 millisecondi passa dall'erogazione del 100% della trazione alle ruote posteriori a una ripartizione del 50:50 tra gli assi. Un sofisticato algoritmo messo a punto dagli ingegneri Maserati monitora poi in tempo reale numerosissimi parametri dinamici della vettura (slittamento delle ruote, angolo di sterzata e d'imbardata, accelerazione, velocità e azione frenante) oltre al grip delle ruote e allo stile di guida. Elaborando questi dati, il sistema può determinare un grip dedicato per ciascuna ruota. Gli interni presentano lo schermo touchscreen da 8"4 pollici con risoluzione e grafica migliorati e software basato su Android Automotive. Levante Hybrid è costantemente collegata alla rete web grazie al nuovo programma Maserati Connect, soluzione questa che permette - tra l'altro - di tenere sotto occhio la salute dell'auto ed ottenere le informazioni sul traffico in tempo reale ed avere sempre le mappe aggiornate. Il prezzo della Levante Hybrid parte da 82.400 euro.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie