Lynk&Co 01: rivoluzionario crossover, non è auto ma un club

A inizio 2021 anche in Italia quota tutto compreso 500 euro mese

Redazione ANSA

Lynk&Co arriva anche in Europa, con il via alle operazioni in Svezia e Olanda entro fine anno e a seguire anche in altri mercati, Italia compresa. Il brand creato dalla 'coppia' Volvo e Geely (la seconda possiede la prima ma quasi tutto il know how arriva dagli svedesi) non è però una marca tradizionale di automobili, quanto piuttosto un 'club' a cui si potrà aderire - spendendo da 500 euro al mese - per avere la disponibilità di un moderno veicolo ibrido plug-in. Come si scopre nel video di presentazione di Lynk&Co (https://www.lynkco.com/it-it/membership) questo innovativo progetto è proprio dedicato a che non vuole possedere un'automobile, ma vuole poterla utilizzare quando e come vuole potendo contare su un veicolo al passo con i tempi e di livello elevato. Lynk&Co, che è una organizzazione separata da Volvo Auto, non prevede dunque di aprire concessionarie, showroom o qualsiasi altro tipo di spazio di vendita al dettaglio, ma si affiderà alla organizzazione della Casa madre svedese per l'assistenza. L'abbonamento mensile al club Lynk&Co dà accesso all'auto a tempo pieno e copre assicurazione, manutenzione programmata e uso della piattaforma dedicata, anche per poter condividere eventi esclusivi e altre opportunità. Facoltativamente, spiegano alla start-up sinosvedese - l'auto può essere condivisa con altri membri, inclusi colleghi, amici e familiari, per compensare una parte dei costi mensili. E questa operazione è facilitata dall'uso di una chiave digitale basata sullo smartphone. Tre dunque le possibilità di adesione al club Lynk&Co. La prima prevede appunto la quota da 500 euro al mese, con un abbonamento che comprende tutto connettività compresa, senza limiti di chilometraggio, e che può essere disdetto in qualsiasi momento. La seconda comporta l'acquisto della vettura (il prezzo non è stato comunicato) che può essere messa a disposizione della piattaforma di car sharing, che diventa così fonte di reddito. La terza, infine, si rivolge a chi utilizza l'auto ogni tanto e può richiedere via smartphone una Lynk&Co per noleggiarla con modalità da car sharing. Anche il prezzo di questa 'adesione' non è stato comunicato. Per ora l'unico modello offerto è lo 01, un suv crossover sviluppato da Volvo-Geely a Goteborg, in Svezia, e basato sull'architettura modulare compatta (CMA) e quindi strettamente correlato al crossover Volvo XC40.Lynk&Co 01 viene offerto con due sistemi propulsivi, ibrido e ibrido plug-in, che sfruttano un motore benzina 3 cilindri turbo da 1,5 litri e un cambio automatico a doppia frizione a 7 rapporti. Tutte le auto per l'Europa hanno la trazione anteriore (la AWD è riservata alla Cina). Le versioni ibride hanno una variante del motore da 140 Cv più l'unità elettrica da 54 Cv con un pacco batterie da 1,8 kWh. Nel caso dello 01 ibrido plug-in il motore eroga 180 Cv con unità elettrica da 80 Cv. Il pacco batteria da 17,6 kWh consente la guida 100% elettrica per 70 km. Nell'ordinare via web la loro 01 i clienti possono scegliere, oltre che fra ibrido e ibrido plug-in - solo fra due soli colori (nero o blu). Tutto il resto è ecologicamente standard: finiture dell'abitacolo realizzate in Econyl, un materiale ricavato da reti da pesca recuperate in mare e riciclate; un grande display touchscreen centrale per navigazione e infotainment, un cloud storage personale e perfino una fotocamera per inviare post ai social media.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie