Torina Automobili Normandy e Warrior tornano i gipponi Dodge

Dall'Arizona 4x4 su base Hummer ispirandosi a mezzi militari

Redazione ANSA ROMA

Al primo impatto questa Torina Automobili suona un po’ come una delle tante marche di ‘parmesan’ che nel mondo commercializzano produzioni locali e sfruttano la confusione del nome con le eccellenze del nostro Paese. Poi, scoperto che l’azienda di James Torina con sede a Scottsdale, in Arizona, si chiama così perché questo è il family name del fondatore, si riesce perfino ad accettare che la sua attività - iniziata come Dodge Power Wagons nel 2016 - non ha nulla a che fare con il mondo dell’eleganza e della esclusività dei carrozzieri piemontesi, ma si riferisce al recupero e al restauro dei ‘gipponi’ Dodge Command Car residuati della seconda guerra mondiale.

Con la complicità della rivista Usa Registry duPont, considerata la ‘bibbia’ delle auto da collezione, Torina Automobili lancia ora una sua gamma di lussuosi fuoristrada dal look militaresco, dotati di meccanica moderna di origine Hummer e arricchiti con tutto quello che si può aggiungere per la felicità del cliente.

Sono il 4x4 wagon battezzato Normandy e un 4x4 pick-up Warrior che non nascondono assolutamente di essere stati disegnati ricalcando forme e stilemi dei 'gipponi' Dodge che si videro anche in Italia dopo lo sbarco delle truppe Usa in Sicilia. Normandy Humvee Special Edition e Warrior Humvee Special Edition saranno disponibili sia con motorizzazione termica turbo 6.2 (potenza oltre 700 Cv) che elettrica (oltre 950 Cv) ma - come ha svelato lo stesso James Torina - verranno proposti anche in una versione alimentata a idrogeno, attualmente in fase di sviluppo. L’azienda di Scottsdale ha fissato per il Warrior un listino che parte da 199.950 dollari e per il Normandy da 224.950, e ha dato a Registry duPont l’esclusiva per collocare sul mercato i primi 25 esemplari.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie