GM congela consegne Corvette C8 per problema al cofano

Bagagliaio anteriore può restare aperto e sollevarsi in velocità

Redazione ANSA ROMA

Negli Stati Uniti le consegne di uno dei modelli 'icona' dell'industria locale, la nuova generazione della Chevrolet Corvette C8 a motore centrale, sono state congelate momentaneamente a causa di un difetto che può portare alla apertura accidentale del cofano anteriore in velocità. Il problema nasce dalla presenza sul telecomando della vettura di un pulsante per l'apertura del bagagliaio frontale - come nella gran parte delle supercar il propulsore è alle spalle del guidatore - che si solleva leggermente e va poi sbloccato a mano. Questa apertura provoca l'accensione di un avviso luminoso sul cruscotto ma se il pilota decide di ignorare la segnalazione, o non se ne accorge, il flusso d'aria che penetra nel cofano attraverso la fessura può avere la forza per farlo sollevare violentemente''. General Motors, oltre ad aggiornare la produzione non ancora consegnata, ha deciso di richiamare volontariamente alcune unità della serie Corvette C8 2020 per la eliminazione di questo potenziale pericolo. ''GM sta finalizzando una modifica del software per il modulo di controllo del corpo vettura BCM - si legge in una nota della Casa di Detroit - per limitare la velocità del veicolo a 42 km/h quando il cofano non è completamente chiuso e bloccato". Questo aggiornamento del software "prevede anche l'attivazione di un messaggio nel display delle informazioni per avvisare del fatto che la velocità è limitata automaticamente. Inoltre - prosegue la nota - il funzionamento del rilascio del cofano nel telecomando sarà modificato per ridurre la probabilità di aperture involontarie. Sono stati modificati anche gli interruttori interni che richiederanno per aprire il cofano un azionamento più lungo''.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie