Variante Gb:esperto,leggermente più infettiva per i bambini

Stando ai primi dati, dice l'epidemiologo Neil Ferguson

Redazione ANSA LONDRA

(ANSA) - LONDRA, 21 DIC - La variante identificata in Gran Bretagna del virus del Covid-19 potrebbe avere un impatto sui bambini "leggermente" superiore rispetto al ceppo diffusosi in precedenza, considerato finora a basso rischio statistico per i più piccoli. Lo ha detto oggi a Bbc Radio 4 Neil Ferguson, professore di infettivologia e di biologia matematica all'Imperial College di Londra e consulente di spicco del governo britannico, considerato uno degli strateghi del primo lockdown di primavera.
    Interpellato sulla possibilità che questa mutazione possa suggerire una maggior cautela anche sui calendari di riapertura delle scuole nel Regno Unito, al momento chiuse per la pausa di Natale, Ferguson ha risposto: "Indubbiamente la maggiore trasmissibilità limita i nostri margini di manovra (sulle riaperture scolastiche) poiché dai primi dati vi è un indizio che questa variante possa essere leggermente più infettiva sui bambini rispetto alle varianti precedenti" del Covid.
    L'accademico ha peraltro aggiunto che "è ancora troppo presto" per stabilire un quadro esatto di questo ceppo e della sua evoluzione nelle prossime settimane, visto che abbiamo di fronte "un virus imprevedibile" e che pure "il comportamento della gente è imprevedibile". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA