Coronavirus:poche differenze su ricoveri bimbi con influenza

Dati simili per terapia intensiva.Più frequenti invece i sintomi

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 09 SET - Non ci sono differenze significative nel tasso di ricovero in ospedale, in terapia intensiva e nel ricorso alla ventilazione meccanica tra i bambini colpiti da influenza e Covid-19: è la conclusione di uno studio del Children's National Hospital di Washington pubblicato sulla rivista Jama Network Open.
    Un altro dato emerso è stato che a riportare febbre, tosse, diarrea, vomito, mal di testa, dolori al corpo e al petto al momento della diagnosi sono stati più i bambini con Covid-19 che quelli con l'influenza. "Abbiamo sempre enfatizzato l'importanza di riconoscere e isolare precocemente i casi di Covid-19 - commenta Xiaoyan Song, coordinatore dello studio - Avere un quadro clinico in mente aiuterà i medici nella diagnosi dei pazienti con sintomi da coronavirus".
    Nello studio sono stati messi a confronto i dati di 315 bambini con Covid-19 confermato in laboratorio, ammalatisi tra il 25 marzo e il 15 maggio, e 1402 con influenza confermata in laboratorio, ammalatisi tra il 1 ottobre 2019 e il 6 giugno 2020, ricoverati al Children's National. Si è così visto che dei 315 bambini con Covid, il 52% erano maschi, e l'età media era 8,4 anni. Di questi, il 17,1% è stato ricoverato, tra cui un 5,7% in terapia intensiva e il 3,2% con ventilatore meccanico.
    Tra i 1402 positivi all'influenza, il 52% erano maschi, con un'età media di 3,9 anni. Di questi il 21,2% è stato ricoverato, il 7% in terapia intensiva e l'1,9% ha ricevuto supporto con ventilatore meccanico. Dallo studio emerge quindi una differenza nell'età media dei bambini ricoverati con Covid-19. In entrambi i gruppi la febbre è stato il sintomo segnalato più spesso, seguida dalla tosse. Tutti i sintomi sono risultati presenti in maggiore proporzione nei pazienti con Covid-19, quali appunto febbre (76% contro il 55% dell'influenza), tosse (48% contro 31%), diarrea o vomito (26% contro 12%), mal di testa (11% contro il 3%), dolori muscolari (22% contro 7%), dolori al petto (11% contro 3%). (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA