Pronti i pannelli solari italiani della missione europea verso Giove

Realizzati da Leonardo per Juice, sono i più grandi per una sonda planetaria

Redazione ANSA

Pronti i dieci pannelli fotovoltaici italiani per la missione europea Juice (JUpiter ICy moons Explorer), per l’esplorazione delle lune ghiacciate di Giove: Ganimede, Europa e Callisto. Realizzati dalla compagnia Leonardo, “con una superficie complessiva di 85 metri quadrati sono i più grandi mai realizzati per una missione interplanetaria”, si legge in una nota della compagnia.

Il lancio della missione Juice, parte del programma Cosmic Vision dell’Agenzia Spaziale Europea (Esa) e con la partecipazione dell’Agenzia Spaziale Italiana (Asi), è in programma nel 2022 a bordo di un vettore Ariane 6. L’obiettivo è cercare tracce di vita, presente o passata, al di sotto della crosta ghiacciata delle tre lune di Giove, dove potrebbero nascondersi oceani d’acqua.

“Con l’energia generata da questi pannelli durante i sette anni e mezzo di viaggio della sonda verso Giove - spiegano i progettisti di Leonardo - un’automobile elettrica potrebbe fare sette volte il giro intorno alla Terra”.

Sempre per la missione Juice, oltre ai pannelli fotovoltaici, Leonardo partecipa alla realizzazione di due strumenti: il telescopio ottico Janus e lo spettrometro infrarosso Majis. Negli stessi stabilimenti di Leonardo a Nerviano (Milano) sono inoltre realizzati i pannelli solari per il modulo di servizio europeo della capsula Orion, nell’ambito del programma della Nasa, Artemis, che nel 2024 riporterà esseri umani sulla Luna.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA