Panini di Sicilia, morsi di identità gastronomica dell'isola

Dalla tuma alla provola, Menduni firma libro Fud per Giunti

Redazione ANSA ROMA
(ANSA) - ROMA, 11 SET - "Ogni angolo dell'isola ha colori, clima, natura e culture diverse. Tutta la Sicilia gastronomica entra nei panini e li farcisce di cose buone e tradizioni".

Promette un caleidoscopio di sapori e suggestioni gourmand il racconto fotografico nel libro Panini di Sicilia, edito da Giunti. Ad essere protagonisti di questo originale viaggio, in 160 pagine, sono i prodotti e i produttori selezionati da Andrea Graziano, founder e ideatore del brand Fud, con le loro appassionanti storie di resistenza. La tuma persa, il maiale nero dei Nebrodi e il suo prosciutto, la capra girgentana e i suoi delicati formaggi, la provola delle Madonie, la carne di asino siciliano sono solo alcuni dei prodotti identitari dell'isola che trovano spazio tra le pagine del libro.

Alberto Blasetti, food photographer e ritrattista ferma i colori e le armonie dei panini; Elisia Menduni, autrice, fotografa, gastronoma e giornalista, delinea con attenzione e cura il percorso storico che ha portato al successo del format gastronomico, offrendo un'occasione per rileggere attraverso uno sguardo inedito le origini della gastronomia siciliana. Si parte del racconto dello street food siciliano con un focus accurato su uno dei suoi componenti più basilari: il pane; si continua ripercorrendo i fasti degli anni '80 dove a Milano nascono locali come Burghy, mentre in Sicilia si rimane ancora strettamente legati alla tradizione, per poi arrivare infine al successo di Fud, che ha importato il concetto di "fast food americano" in terra sicula, esprimendo però un'identità e una ricerca per la qualità dei prodotti fino a quel momento assenti sul territorio nazionale.

. (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie