La prima fiera del vino 'buono, pulito e giusto' a Bologna

Dal 27 al 29 in Fiera. Mammi, diventi appuntamento annuale

Redazione ANSA BOLOGNA
(ANSA) - BOLOGNA, 24 MAR - Offrire una nuova occasione di mercato alle imprese vitivinicole e rinsaldare la comunità che si riconosce nel manifesto del vino 'buono, pulito e giusto' della Slow wine coalition (Swc). È l'obiettivo di 'Sana slow wine fair', la prima fiera internazionale del vino biologico e biodinamico organizzata da Bologna Fiere, in collaborazione con FederBio, Confcommercio Ascom Bologna, il supporto del ministero degli Affari esteri e della cooperazione internazionale e la direzione artistica di Slow Food.

La manifestazione è stata presentata questa mattina con una conferenza stampa a palazzo D'Accursio, a Bologna. Dal 27 al 29 marzo i padiglioni di Bologna Fiere ospiteranno 542 cantine, 63 delle quali provengono dall'estero, per un totale di 19 Paesi rappresentati.

L'Emilia-Romagna, come ricordato da Giancarlo Gariglio, curatore della Guida Slow wine e coordinatore internazionale della Swc, è la terza Regione più rappresentata tra le cantine che esporranno. "Bologna ha un'occasione unica di crescita e di presentarsi all'estero come terra del vino pulito, buono e giusto, i produttori l'hanno già percepito", ha detto Gariglio.

Alla conferenza stampa era presente anche Alessio Mammi, assessore regionale all'Agricoltura: "Questa fiera è un evento importante in sé, perché permette finalmente di incontrarsi - ha detto - inoltre ne condividiamo i valori di fondo sul rispetto della biodiversità. La Regione vuole investire nella manifestazione e da maggio potremo incontrarci per siglare un accordo pluriennale".

Domenica mattina, alle 9, l'inaugurazione dell'evento con un'assemblea plenaria - parteciperà anche il presidente di Libera, Don Luigi Ciotti - nella quale verranno presentati i risultati delle masterclass che hanno preceduto l'iniziativa, con l'obiettivo di aggiornare il manifesto della Swc. Nel pomeriggio, infine, l'incontro (già sold out) con Lian Liu, curatore della prima Guida Slow Wine dei vini cinesi: un incontro dove sarà possibile degustare per la prima volta alcuni prodotti del Paese. (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie