Estate in campeggio

Regole e destinazioni per una vacanza sicura all'aria aperta

di Ida Bini ROMA

ROMA - Viaggi di prossimità, più lenti, consapevoli e sicuri: è questo lo scenario pensato per la prossima estate, insolita e ancora con molte incognite ma sicuramente per tutti con regole e comportamenti di distanziamento da rispettare. Le vacanze open air sono quelle che meglio rispondono a queste esigenze: si viaggia con il proprio mezzo di trasporto - auto o roulotte o camper - e si sosta in strutture o in luoghi dove il distanziamento fisico è una normalità. Secondo l'Osservatorio del turismo outdoor 2020 realizzato dal gruppo Human Company in collaborazione con l'Istituto Piepoli, lo scorso anno il 23 percento delle vacanze è stato outdoor, cioè effettuato da camperisti e da chi soggiorna in campeggio o in bungalow. Di questo il 69 percento ha scelto vacanze balneari mentre il 16 percento ha preferito la montagna e solo il 12 ha privilegiato le località d'arte. Sempre secondo l'Istituto Piepoli il 41 percento degli intervistati afferma che l'emergenza sanitaria non ha modificato i programmi di vacanza e che quasi la metà aspira a una vacanza outdoor: low cost, spartana e in mezzo alla natura, sicura e gratificante.
    Ecco i motivi per cui scegliere una vacanza in camper o in campeggio potrebbe essere una scelta giusta e rispettosa delle norme di distanziamento e di sicurezza richieste in questo periodo di emergenza sanitaria. Il Salone del Camper 2020 verrà ospitato alle Fiere di Parma solo dal 12 al 20 settembre, ma già i dati di noleggio e di prenotazioni dimostrano che in questo periodo l'interesse per il turismo outdoor sta aumentando in modo consistente. Già a maggio, per esempio, le prenotazioni sulla piattaforma di Indie Campers sono aumentate di sei volte rispetto al mese precedente e nel 77 percento dei casi riguardano itinerari proprio nel nostro Paese. Per garantire una maggiore sicurezza le aziende di noleggio hanno adottato nuove misure: check-in online, video tutorial per conoscere bene ogni veicolo e verifica dei dati dell'utente via tablet al ritiro del mezzo. Anche i campeggi stanno utilizzando tutte le misure necessarie per rendere sicure le vacanze ai propri ospiti con prenotazioni online, maggiori distanziamenti e sanificazioni di tutti gli spazi comuni. Il portale Pitchup.com, una delle principali piattaforme di prenotazioni per le vacanze outdoor in Europa con 4.200 strutture di cui 400 italiane, sta fornendo numeri incoraggianti con un forte aumento di prenotazioni e soprattutto con l'incremento del 138 percento rispetto all'anno scorso di richieste di nuove adesioni al network da parte di strutture italiane. Evidentemente ci si sta accorgendo sempre più dei vantaggi delle vacanze in campeggio: zone di verde privato sia per la propria tenda sia per il camper, la possibilità di alloggiare in piazzole low cost ma anche in tende di lusso, bungalow o case sull'albero con servizi privati e ricettività in luoghi poco frequentati e raggiungibili in auto.
    Per ora dal sito di prenotazioni gli italiani cercano vacanze in Lombardia (il 19,3 percento), in Toscana (il 18,7 percento), in Veneto (il 12,8 percento) e in Piemonte (il 10,3 percento).
    Aumenta però l'attenzione verso le località di mare, seguite da quelle di lago, di montagna e di città d'arte come Firenze, Pisa e Roma. Tra le numerose destinazioni le strutture più "cliccate" per numero di pagine viste sono state finora il Camping Tiglio sul lago di Garda a Sirmione, seguito dal Campeggio internazionale del Sole in riva al lago di Viverone e il Camping Calavise con vista sulle Pale di San Martino, in Trentino. Ma la scelta è vastissima soprattutto per chi ama il mare: dal Camping Caorle della nota località dell'Alto Adriatico con più di 18 chilometri di spiaggia al Camping Village Le Calanchiole sull'isola d'Elba e al Camping Torre Sabea vicino alle splendide spiagge di Gallipoli, nel cuore del Salento.
    Anche il sito camping.it permette di conoscere numerose destinazioni, regione per regione: tra le più cliccate, sempre per pagine viste, ci sono la Sicilia, la Toscana e la Campania.
    Tra le scelte del turismo outdoor c'è anche un certo interesse per il glamping, il campeggio di lusso: dall'unione delle parole glamour e camping, è un'esperienza all'aria aperta caratterizzata da maggiori comfort e da costi più alti. Tra le strutture più interessanti ci sono l'International Glamping di Bracciano, il Tuscany Glamping Capalbio e Il Sole, che offre lussuose iurte (tende nomadi) a Civitella Paganico nei pressi di Grosseto. Tende eleganti e lodge indipendenti sono le protagoniste di Laghi Nabi, un'oasi naturalistica sul Litorale Domiziano di Caserta, mentre poco fuori Venezia si può soggiornare nel Glamping Canonici di San Marco, un agriturismo di lusso con alloggi unici e immersi nel verde. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie