A Matera il Museo Ridola con allestimenti innovativi

Anche la voce di Tiresia per coinvolgere i visitatori

Redazione ANSA MATERA

(ANSA) - MATERA, 29 LUG - Alla scoperta della storia, attraverso i reperti di varie epoche, del museo archeologico ''Domenico Ridola'' di Matera con il supporto di strumenti audiovisivi, di un percorso multisensoriale e di un allestimento che esalta le peculiarità dei manufatti. E' la proposta espositiva che i visitatori troveranno da oggi al Museo della Città dei Sassi, con la sperimentazione di nuove forme di valorizzazione e comunicazione del patrimonio archeologico, curato dalla direttrice del Museo nazionale di Matera, Annamaria Mauro, da Marcello Leone, Claude Pouzadoux e Dimitris Roubis.
    Il percorso, inaugurato alla presenza del Direttore generale dei Musei, Massimo Osanna, prevede un percorso multisensoriale, con la voce di Tiresia, indovino cieco della mitologia, che aiuterà a conoscere i reperti del passato. Allo scopo sono stati riprodotti alcuni vasi da toccare ed è possibile apprezzare anche alcuni profumi. Nelle sale ci sono i vasi rituali legati al mito di Scilla e Atteone, che contenevano incensi e profumi, e un grande ''cratere'' usato per il mito di Artemide, oltre a un rilievo che riproduce il sacrificio di Ifigenia. Di rilievo l'allestimento con i 74 vasi policromi della collezione ''Rizzon'' che raccontano la vita del tempo (IV -V secolo avanti Cristo) sui temi del rapporto tra uomo e donna, convivialità e aldilà. Le sale sono dotate anche di allestimenti interattivi con video in linguaggio Lis e tavoli di consultazione. (ANSA).
   

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie