'Essere Con-Temporanei', arte diffusa nel borgo di Poppi

Con opere Repetti Mogol, Del Gamba, Clet, Massarutto e Lovari.

Redazione ANSA POPPI (AREZZO)

POPPI (AREZZO) - L'arte contemporanea invade il centro storico di Poppi (Arezzo). Dal 13 agosto al 13 settembre sarà visibile 'Essere con-temporanei', prima edizione di una mostra diffusa nel borgo medievale del Casentino, protagoniste le installazioni di cinque artisti conosciuti per i loro linguaggi originali e l'uso peculiare che fanno di materiali diversi: Alfredo Repetti Mogol, Agnese Del Gamba, Clet Abraham, Antonio Massarutto e Sara Lovari. Oltre alle vie e alle piazze coinvolti anche edifici storici come il castello dei Conti Guidi, l'abbazia di San Fedele e la ex chiesa di San Lorenzo, oggi galleria d'arte.

Animali di terra e di mare fatti in ferro e plastica riciclata, sculture, abiti riusati, cartelli stradali rielaborati, queste alcune delle installazioni, con un "messaggio sociale che si fonda su quell'essere con…, che permette la convivenza civile e il rispetto tra forme di vita differenti. Una delle opere, inoltre, coinvolge i residenti e li porta a riflettere su quello che hanno significato per ognuno di loro i mesi di emergenza sanitaria del 2020.

"Dopo la conclusione del lockdown - spiega la Pro loco di Poppi che ha organizzato la mostra - abbiamo pensato a una manifestazione che portasse un turismo di qualità, legato alla cultura e all'arte, ma senza rischiare affollamenti in luoghi piccoli e chiusi. 'Essere con-Temporanei' sarà un percorso responsabile che il visitatore potrà fare, munito di una mappa nel cuore di Poppi. I turisti potranno così scoprire il nostro patrimonio storico-artistico e allo stesso tempo ammirare i linguaggi sorprendenti di cinque noti autori". 

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie