Il mare in mostra a Carrara, da Fattori a De Chirico

Dal 9 luglio al 30 ottobre: opere artisti dal 1860 al 1940

Redazione ANSA CARRARA (MASSA CARRARA)

CARRARA (MASSA CARRARA) - Si intitola 'Il Mare: Mito storia natura. Arte italiana 1860 - 1940', la mostra che propone opere di una cinquantina di artisti, da Fattori a De Chirico e Carrà, in programma a Palazzo Cucchiari di Carrara (Massa Carrara) dal 9 luglio al 30 ottobre.
    Curata da Massimo Bertozzi e articolata in sei diverse sezioni l'esposizione propone un viaggio attraverso varie scuole artistiche italiane in anni decisivi, compresi tra la nascita del Regno d'Italia e lo scoppio della Seconda guerra mondiale.
    Un panorama d'arte che, in un centinaio di opere, va dai macchiaioli (Fattori) e post macchiaioli (Lloyd, Ulvi Liegi, Puccini) ai pittori cosiddetti labronici (March e Natali), dalla figurazione simbolista (Sartorio, Benvenuti, Baracchini Caputi), dal mondo colorato dei divisionisti (Nomellini) alla stagione delle avanguardie (Ram e Thayaht) e dei "ritorni all'ordine", con richiami alle grandi individualità dell'arte italiana, De Chirico, Savinio, De Pisis, Campigli, Morandi, Nathan e tra gli scultori Martini, Marino, Manzù e Messina. Attenzione particolare sarà riservata all'area ligure-apuana, e quindi ai pittori versiliesi autoctoni, come Chini, Moses Levy, Viani, o d'adozione, come Carrà, Carena, De Grada, Funi, e quindi ai cantori delle terre di Liguria, come Telemaco Signorini e agli scultori apuani come Carlo Fontana e Arturo Dazzi. 

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie