Eurocamera, serve strategia settore videogiochi come 'soft power' Ue

'Consolidare l'ecosistema di gioco e trattenere i talenti'

Redazione ANSA

STRASBURGO - L'Ue sviluppi una strategia per i videogiochi, al fine di consolidare l'ecosistema di gioco europeo, trattenere i talenti del settore e contribuire al soft power dell'Unione. Questa la richiesta approvata all'unanimità dalla commissione per la cultura e l'istruzione dell'Eurocamera.

Nel testo gli eurodeputati chiedono al Consiglio di riconoscere il forte potenziale di crescita e innovazione dell'ecosistema europeo dei videogiochi e chiedono di aumentare il numero delle produzioni europee sottolineando che i criteri di finanziamento dei programmi Europa Creativa e Orizzonte Europa non sono sempre adeguati alle esigenze delle piccole e medie imprese del settore.

Il testo sottolinea infine che l'industria europea dei giochi è "attualmente alle prese con una carenza cronica di talenti" e chiede soluzioni per sviluppare e trattenere i talenti europei nelle aziende del continente. Gli eurodeputati concludono sottolineando come "proprio come gli sport fuori campo, anche i videogiochi e gli esports dovranno promuovere valori come il fair play, la non discriminazione, la solidarietà, l'antirazzismo, l'inclusione sociale e l'uguaglianza di genere".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

"I contenuti del sito riflettono esclusivamente il punto di vista dell’autore. La Commissione europea non è responsabile per qualsivoglia utilizzo si possa fare delle informazioni contenute."


Modifica consenso Cookie