Da compositori Ue premio alla carriera a Ennio Morricone

'Migliore difensore dei diritti d'autore'

Redazione ANSA

BRUXELLES - "Uno dei più bravi compositori ma anche il migliore difensore dei diritti d'autore": con questa motivazione l'Alleanza dei compositori e autori Ue Ecsa ha deciso di assegnare un premio alla carriera, il Camille Award, al maestro Ennio Morricone. L'Ecsa ha organizzato a Bruxelles una cerimonia in onore del maestro dopo avergli consegnato fisicamente il premio nei giorni scorsi a Roma. "Comporre musica per film è difficile, perché può essere fatto in tantissimi modi diversi" ha osservato Morricone in un messaggio video.

"Quando il regista ascolta la musica che ho composto prima di finire di girare il film capisce qualcosa in più" ha spiegato. Per l'occasione tre solisti - Gilda Buttà, Luca Pincini e Paolo Zampini - hanno suonato le melodie più note del maestro. La cerimonia ha concluso un dibattito sulla direttiva Ue sul diritto d'autore. Sui tempi di recepimento della direttiva a livello nazionale la Commissione Ue tranquillizza."Non è preoccupante, stiamo lavorando a linee guida per un approccio coordinato" afferma Marco Giorello, direttore dell'unità per il copyright. Sono in corso discussioni tra Commissione, governi e stakeholder soprattutto sull'articolo 17, che prevede che le piattaforme debbano ottenere un'autorizzazione degli autori per condividere contenuti. "Abbiamo ricevuto bozze di documenti solo da Francia e Olanda, sul piano tecnico nessun governo mostra opposizione" conclude Giorello.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

"I contenuti del sito riflettono esclusivamente il punto di vista dell’autore. La Commissione europea non è responsabile per qualsivoglia utilizzo si possa fare delle informazioni contenute."


"Il progetto è stato cofinanziato dall'EUIPO - Ufficio dell'Unione europea per la proprietà intellettuale nel quadro dell'invito a presentare proposte GR/002/19 "Sostegno ad attività di sensibilizzazione al valore della proprietà intellettuale e ai danni provocati dalla contraffazione e dalla pirateria (2019/C 181/02)". L'EUIPO non ha partecipato alla sua preparazione e non è in alcun modo responsabile delle informazioni o dei punti di vista espressi nel quadro del progetto, né si considera da essi vincolato. Gli autori, le persone intervistate, gli editori o i distributori del programma ne sono gli unici responsabili, conformemente al diritto applicabile. Inoltre l'EUIPO non può essere ritenuto responsabile di eventuali danni diretti o indiretti derivanti dalla realizzazione del progetto."

Modifica consenso Cookie