Copyright: ok Commissione a ddl delega, soddisfazione Siae

Mogol, grazie al senatore Pittella per impegno su diritti autori

Redazione ANSA

ROMA - Via libera da parte della Commissione Politiche dell'Unione europea del Senato al disegno di legge di delegazione europea che delega il governo a recepire la Direttiva Copyright.

"Sono soddisfatto che la Commissione Politiche UE del Senato abbia concluso i suoi lavori sul disegno di legge 2019 di recepimento delle Direttive europee, iniziato a marzo scorso in piena pandemia, sulla base del testo approvato dal Governo a fine gennaio 2020 - ha dichiarato il Presidente SIAE Giulio Rapetti Mogol - Il mantenimento della disposizione nei termini iniziali è un fatto importante, per il quale ha avuto sicuramente un ruolo fondamentale l'attenzione e la dedizione al tema del Relatore, Senatore Pittella, al quale va il mio ringraziamento. Il recepimento della Direttiva Copyright è una questione di civiltà e giustizia nei confronti dei tanti autori che ho l'onore di rappresentare".

In particolare - prosegue la nota -, l'articolo 9 del disegno di legge contiene in una specifica norma i princìpi in base ai quali deve essere introdotta la Direttiva Copyright nell'ordinamento italiano. Nei cinque mesi e mezzo di lavoro della Commissione sono stati presentati moltissimi emendamenti a questa disposizione, ma nel tempo sono stati tutti ritirati, respinti o trasformati in ordini del giorno. "L'auspicio è che l'Assemblea del Senato - si legge ancora -, che esaminerà a breve il disegno di legge, approvi senza modifiche il testo uscito dalla 14ma Commissione, in vista del successivo passaggio alla Camera, che si spera possa iniziare entro il mese di settembre".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

"I contenuti del sito riflettono esclusivamente il punto di vista dell’autore. La Commissione europea non è responsabile per qualsivoglia utilizzo si possa fare delle informazioni contenute."


"Il progetto "Be Aware, protect your future" è stato cofinanziato dall'EUIPO - Ufficio dell'Unione europea per la proprietà intellettuale nel quadro dell'invito a presentare proposte GR/002/19 "Sostegno ad attività di sensibilizzazione al valore della proprietà intellettuale e ai danni provocati dalla contraffazione e dalla pirateria (2019/C 181/02)". L'EUIPO non ha partecipato alla sua preparazione e non è in alcun modo responsabile delle informazioni o dei punti di vista espressi nel quadro del progetto, né si considera da essi vincolato. Gli autori, le persone intervistate, gli editori o i distributori del programma ne sono gli unici responsabili, conformemente al diritto applicabile. Inoltre l'EUIPO non può essere ritenuto responsabile di eventuali danni diretti o indiretti derivanti dalla realizzazione del progetto."

Modifica consenso Cookie