L'Eurocamera approva il caricabatterie unico

Vestager, grazie al Parlamento, migliorata la norma

Redazione ANSA

STRASBURGO - Il Parlamento Europeo ha approvato in via definitiva la legislazione che permetterà ai consumatori di utilizzare presto un unico caricatore per tutti i loro dispositivi elettronici. Entro la fine del 2024, tutti i telefoni cellulari, i tablet e le fotocamere nell'Ue dovranno essere dotati di una porta di ricarica USB-C. Dalla primavera 2026, l'obbligo si estenderà ai computer portatili.

La nuova legge fa parte di un più ampio sforzo volto a ridurre i rifiuti elettronici e a consentire ai consumatori di compiere scelte più sostenibili. Il testo legislativo è stato approvato con 602 voti favorevoli, 13 contrari e 8 astensioni.

"È un piacere essere qui e assistere al termine della procedura legislativa", lo ha detto la vicepresidente Vestager intervenendo alla plenaria di Strasburgo. "Il caricabatterie unico semplificherà la vita, ridurrà i costi e gli sprechi. Voglio ringraziare l'intero parlamento, la vostra iniziativa ha aumento lo spettro dell'applicazione della misura. Il periodo di transizione permetterà ai produttori di adattare le catene di valori: ora dovremo monitorare l'evoluzione delle tecnologie di ricarica e analizzare la tecnologia wireless", ha aggiunto. "Spero che questa collaborazione sia un anticipo di quello che verrà".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: