Bilancio Ue: Kurz insiste, limite 1% reddito nazionale medio

Austria, Danimarca, Svezia, Olanda difendono fronte comune su Ft

Redazione ANSA

BRUXELLES - Il contributo degli Stati membri al bilancio europeo per il 2021-2027 deve "rimanere stabile all'1% del reddito nazionale lordo" medio dell'Ue: il cancelliere austriaco Sebastian Kurz ribadisce dalle colonne del Financial Times la posizione dei cosiddetti 'quattro frugali' (Austria, Danimarca, Svezia e Paesi Bassi) a pochi giorni dal vertice straordinario Ue. Un contributo "dell'1% significa più denaro, in termini nominali, rispetto all'attuale quadro finanziario", scrive Kurz, confermando la volontà dei quattro Stati di destinare "una quota significativamente più elevata" a innovazione e competitività, lotta ai cambiamenti climatici e sicurezza, togliendo risorse alle "politiche stabilite", tra cui agricoltura e coesione.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: