Von der Leyen al Parlamento di Kiev: "Ora serve una legge contro gli oligarchi"

'La strada per l'Ue è lunga, ma saremo al vostro fianco'

Redazione ANSA

BRUXELLES - "C'è una lunga strada da percorrere ma l'Europa sarà al vostro fianco ogni passo del cammino, fino al momento che attraverserete la porta che conduce nella nostra Unione europea". Lo ha detto la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, parlando in videocollegamento alla Rada ucraina, il Parlamento ucraino, dopo la concessione dello status di candidato a Kiev.

Von der Leyen si è soffermata sulla necessità per Kiev di attuare delle riforme e ha invitato Ucraina "a concentrarsi sulla legge anti-oligarchi".

"L'Ucraina ha ora una chiara prospettiva europea e si è candidata all'Unione Europea. Una cosa che sembrava quasi inimmaginabile solo cinque mesi fa. Quindi oggi è innanzitutto un momento per celebrare questa pietra miliare storica. Una vittoria di determinazione e risolutezza. E una vittoria per l'intero movimento che è iniziato otto anni fa sul Maidan. Avete fatto tanta strada dal 2014. Avete scelto fermamente di essere una democrazia e di vivere sotto lo Stato di diritto. Questa scelta, 'Ucraina ha già fatto per se stessa, per il proprio bene", ha detto von der Leyen che, rivolgendosi al presidente Volodymyr Zelensky, presente in Aula, ha spiegato: "Signor Presidente, una volta mi ha detto che l'Ucraina avrebbe fatto tutto per l'adesione all'Ue, l'avrebbe fatto comunque perché questa è l'Ucraina moderna e prospera che volete che sia. I prossimi passi sono alla vostra portata. Ma richiederanno un duro lavoro, determinazione e soprattutto unità di intenti".

"Oggi la comunità internazionale si sta mobilitando per sostenere i vostri sforzi per ricostruire il vostro bellissimo Paese. Lunedì prossimo, insieme al Presidente Zelensky e al Primo Ministro Shmyhal, parteciperò alla conferenza di Lugano per la ricostruzione dell'Ucraina. Il vostro percorso europeo e la ricostruzione del Paese andranno di pari passo". Ha continuato von der Leyen. "L'Ucraina sarà in prima linea. Dovranno essere effettuati ingenti investimenti dovranno arrivare. Ma per massimizzare il loro impatto e per promuovere la fiducia delle imprese, investimenti dovranno essere accompagnati da una una nuova ondata di riforme", ha spiegato la numero uno dell'esecutivo europeo.

Parlando delle riforme da mettere in campo von der Leyen ha spiegato: "il nuovo capo dell'Ufficio del Procuratore anticorruzione e il nuovo direttore dell'Ufficio nazionale anticorruzione dell'Ucraina dovrebbero essere nominati al più presto. O ancora, i progetti di riforma della Corte Costituzionale. È necessaria una legislazione per le procedure di selezione per i giudici, in linea con le raccomandazioni della Commissione di Venezia. Le istituzioni devono prendere vita, in modo che possano realizzare le aspirazioni del vostro popolo". "Oppure - ha osservato - pensiamo all'eccessiva influenza degli oligarchi sull'economia. Oggi l'Ucraina è l'unico Paese del Partenariato orientale europeo ad aver adottato una legge per spezzare la presa degli oligarchi sulla vita economica e politica. E di questo mi congratulo con voi. Ora questa legge va implementata".

 

 

RIVEDI LA DIRETTA DELL'INTERVENTO:

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: