Ue contro Italia su Natura 2000 e aree marine protette

Sono 17 i contenziosi aperti con Bruxelles

Redazione ANSA BRUXELLES
(ANSA) - BRUXELLES, 24 GEN - La Commissione europea torna a sollecitare l'Italia sulla piena applicazione delle norme Ue per la conservazione degli habitat della rete Natura 2000. Dopo l'avvio di una procedura di infrazione nel 2015, oggi l'esecutivo Ue riferisce che l'Italia non ha ancora designato come zone speciali di conservazione 463 siti di importanza comunitaria, non ha stabilito gli obiettivi dettagliati per sito e le necessarie misure di conservazione corrispondenti alle esigenze ecologiche dei tipi di habitat naturali in tutte le regioni. L'esecutivo Ue ha inoltre avviato una procedura di infrazione contro il nostro Paese per mancata comunicazione sullo stato ecologico delle acque marine entro i termini previsti dalla direttiva in materia. Infine, Roma ha ricevuto una lettera di parere motivato (seconda fase della procedura di infrazione) per mancata conformità alle norme sull'accesso alle risorse genetiche. Sono 17 le procedure di infrazione aperte contro l'Italia sull'ambiente, ambito che si conferma quello dal più alto numero di contenziosi con Bruxelles.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: