Austria, no a Recovery Fund con prestiti non rimborsabili

Ministro Finanze, non accetteremo mutualizzazione debito

Redazione ANSA BRUXELLES
(ANSA) - BRUXELLES, 19 MAG - "Ci rifiutiamo di finanziare prestiti non rimborsabili", per uscire dalla crisi "è necessario fare investimenti nel futuro, non coprire i costi dei debiti passati". Lo ha detto il ministro delle finanze austriaco Gernot Bluemel parlando alla stampa austriaca al termine dell'Ecofin, ribandendo il 'no' dell'Austria a un Recovery Fund che preveda prestiti a fondo perduto. La volontà dell'Austria di aiutare "i Paesi più colpiti" è "molto alta" ma gli aiuti devono essere "sotto forma di prestiti rimborsabili", ha spiegato Bluemel, sottolineando che Vienna "non accetterà la mutualizzazione del debito". "Per noi è chiaro che la ripresa deve rafforzare la competitività dell'Europa a lungo termine", ha aggiunto il ministro austriaco, chiedendo anche un "impegno europeo per una maggiore disciplina di bilancio" dopo la crisi.(ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: