Esperti Ue, serve chiarezza su ripristino Patto Stabilità

'Necessari strumenti di bilancio comuni per gli shock'

Redazione ANSA BRUXELLES
(ANSA) - BRUXELLES, 1 LUG - Lo stimolo fiscale nazionale deve proseguire anche nel 2021, il ripristino del Patto di Stabilità deve essere rivalutato massimo entro la prossima primavera e le iniziative come Sure e Recovery fund dovrebbero trasformarsi in veri e propri strumenti di bilancio comuni: sono queste le raccomandazioni dello European Fiscal Board, il gruppo di esperti indipendente incaricato dalla Commissione Ue di verificare ogni anno l'attuazione delle regole del Patto di Stabilità.

Per gli esperti, l'attivazione della clausola di salvaguardia del Patto avrebbe dovuto fornire indicazioni chiare sulle condizioni per la sua disattivazione. "Chiarimenti devono essere forniti entro la primavera del 2021 al più tardi", avvertono gli esperti, altrimenti si rischia uno scontro tra Commissione e Consiglio, oppure all'interno del Consiglio stesso cioè tra gli Stati, sull'opportunità o meno di ripristinare le regole. "Al momento non c'è ovviamente motivo di ripristinare" il Patto, aggiungono gli esperti.

Inoltre, la pandemia ha dimostrato ancora una volta la "difficoltà di gestire ampi shock con pochi strumenti comuni e soprattutto senza una capacità centrale di bilancio".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: