Bonafede, Italia leader nella lotta alle mafie

Efficacia legge spazzacorrotti riconosciuta a internazionalmente

Redazione ANSA BRUXELLES
(ANSA) - BRUXELLES, 5 FEB - Nella lotta alle mafie, "sulla scorta della lezione di Giovanni Falcone, occorre investire con forza sugli strumenti di aggressione e confisca dei patrimoni illeciti delle organizzazioni criminali, ovunque essi si trovino. In questo l'Italia può essere leader a livello internazionale". Così il ministro della Giustizia Alfonso Bonafede, in un videomessaggio al convegno all'Eurocamera, dal titolo "Mafia: un problema europeo", organizzato dall'eurodeputata del M5S, Sabrina Pignedoli.

"Colpire gli interessi economici dei clan, impedire il finanziamento delle loro attività, è imprescindibile - ha affermato -. Così si indeboliscono le organizzazioni criminali e le loro capacità di inquinare l'economia mondiale".

"Combattere le mafie significa intervenire con determinazione anche su fenomeni apparentemente differenti sulla carta, ma in realtà fortemente legati all'azione dei clan - ha indicato -. Mi riferisco in particolare alla corruzione, strumento con cui le organizzazioni criminali infiltrano le amministrazioni pubbliche, sottraendo risorse alla collettività. Con un pizzico di orgoglio voglio ricordare che l'Italia si è dotata di misure e strumenti all'avanguardia sul fronte della lotta alla corruzione, basti pensare alla cosiddetta legge 'spazzacorrotti', la cui efficacia è stata recentemente riconosciuta a livello internazionale dal Greco, il gruppo di Stati contro la corruzione del Consiglio d'Europa".(ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: