Corte Ue, compagnia aerea responsabile danni da caffè caldo

Anche se l'incidente non deriva da un rischio connesso al volo

Redazione ANSA BRUXELLES
(ANSA) - BRUXELLES, 19 DIC - "La compagnia aerea è responsabile dei danni causati dal rovesciamento di un bicchiere di caffè caldo" lo ha stabilito la Corte di Giustizia della Ue, precisando che "non occorre che l'incidente sia derivato da un rischio inerente al volo". La Corte si è pronunciata su un caso che vede una minorenne contro la compagnia aerea Niki Luftfahrt, alla quale ha chiesto i danni derivati dalle ustioni subite quando, durante un volo da Palma de Majorca a Vienna, il caffè caldo che era stato servito al padre sul suo tavolino pieghevole, per ragioni rimaste ignote, le si è rovesciato addosso. La compagnia aerea nega la propria responsabilità, in quanto non esisteva "un rischio inerente al volo". In realtà, non si è potuto appurare se il bicchiere di caffè si sia rovesciato a causa di un difetto del tavolino pieghevole o per effetto delle vibrazioni dell'aereo. La Corte suprema austriaca ha quindi chiesto alla Corte Ue di precisare la nozione di "incidente". Per la Corte "comprende tutte le situazioni che si producono a bordo di un aereo nelle quali un oggetto impiegato per il servizio ai passeggeri abbia prodotto lesioni personali ad un passeggero, senza che occorra acclarare se tali situazioni risultino da un rischio inerente al trasporto aereo".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: