Ultimi passi Ue per taglio costi chiamate e web ultraveloce

Da nuovo 'codice Ue' sostegno a 'modello OpenFiber'

Redazione ANSA BRUXELLES
(ANSA) - BRUXELLES, 12 NOV - Sviluppo del 5G, tetti massimi per le chiamate intra-Ue, sostegno agli investimenti nella banda larga ultraveloce secondo il modello 'OpenFiber', introduzione di un sistema per allertare i cittadini in caso di emergenze: queste alcune delle principali novità contenute nel cosiddetto 'nuovo codice delle telecomunicazioni' che mercoledì, dopo un iter durato anni, dovrebbe ricevere il via libera dell'Europarlamento e il 4 dicembre quello definitivo del Consiglio dei ministri Ue.

Per tutelare i consumatori, le nuove norme prevedono tra l'altro che dal 15 maggio prossimo le chiamate internazionali all'interno dell'Ue possano costare al massimo 19 centesimi al minuto e 6 gli sms. Inoltre, gli utenti avranno più diritti per rescindere o modificare gli abbonamenti, anche quelli tv-telefono-internet. Alla vigilia del voto di Strasburgo, fonti del settore evidenziano l'impatto che il nuovo codice potrebbe avere anche sul dibattito in corso in Italia sulle nuove infrastrutture ad alta velocità e nel caso in cui si arrivi a una rete unica. Le nuove disposizioni europee indicano una serie di criteri e requisiti restrittivi per identificare i veri operatori 'wholsale only' ai quali sono destinati i vantaggi regolamentari previsti dalla stessa normativa. Benefici e agevolazioni di cui invece non si potrà usufruire nel caso in cui il controllo della rete sia in mano agli incumbent.(ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: