Pd: Tinagli, è il momento di parlare dei temi non dei nomi

E un dibattito mancato in generale nella politica italiana

Redazione ANSA BRUXELLES
(ANSA) - BRUXELLES, 01 DIC - "Questa è la fase costituente, significa che si parla dei temi. E' quello di cui io sento il bisogno e penso anche tanti elettori". "Mi sembra che il dibattito sulle idee sia forse un po' mancato in generale, non nel Partito democratico. Basta guardare l'Italia, nella politica italiana". "Credo che dovremmo tornare a parlare un po' di più di idee, di politica economica, di politica sociale. In un momento così difficile e delicato ne abbiamo veramente bisogno perché sta cambiando completamente il paradigma". Lo dice Irene Tinagli, vice segretaria Pd e presidente della commissione Econ al Paralmento europeo, interpellata sulla corsa alla segreteria del partito.

Rispetto all'appoggio a uno o l'altro candidato, "è ancora presto, prestissimo. Le candidature si chiudono a fine gennaio", si è limitata a dire. "Ben vengano tante candidature perché sono un segno di vitalità di questo partito, ci sono tante personalità bravissime straordinarie che possono dare un bel contributo a rendere questo congresso interessante e appassionante".

Ora è il "momento di fare una rielaborazione delle nostre strategie di crescita, di crescita economica, di come affrontiamo i problemi sociali. Quindi io sono contenta che il Partito Democratico abbia adesso questi due-tre mesi di riflessione. Mi auguro che siano fruttuosi. Noi ci impegniamo perché ci sia questo stimolo a portare avanti delle idee nuove, poi le sui nomi ragioneremo dopo quando sarà il momento".

(ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: