Forte crescita di robot industriali in Italia nel 2021

Ucimu,nel 2021 oltre 2mila unità,traina domanda interna (+22,6%)

Redazione ANSA MILANO
(ANSA) - MILANO, 19 MAG - Nel 2021, la produzione italiana di robot è cresciuta del 6,6%, rispetto al 2020, attestandosi a 2.220 unità. Il risultato positivo è stato determinato, esclusivamente, dall'incremento delle consegne sul mercato interno cresciute del 22,6% a 1.215 unità. Le vendite sui mercati esteri si sono invece contratte a 1.005 nuove unità, in calo del 7,9% rispetto all'anno precedente. E' quanto emerge dai dati Siri (associazione italiana di robotica e automazione) e Ucimu (associazione dei costruttori italiani di macchine utensili, robot, automazione), presentati a Lamiera, fiera delle macchine e tecnologie per la deformazione e lavorazione della lamiera. Particolarmente dinamica è risultata la domanda interna di robot che, dopo due anni consecutivi di calo (biennio 2019-2020), è tornata a crescere. Il dato di consumo si è attestato a 11.672 nuove unità, il 50% in più rispetto all'anno precedente. La vivacità del mercato domestico ha premiato gli acquisti dall'estero come dimostra il dato di import, risultato pari a 10.457 nuove unità installate (+54% rispetto al 2020). L'incremento del numero dei nuovi robot installati nel 2021 in Italia è risultato di quasi il 30% superiore al numero delle unità acquistate nel 2019, prima della pandemia. Se poi si considera il periodo 2008-2021, le vendite di robot sono balzate del 156%, passando da 4.556 unità a 11.672, con un tasso medio annuo di incremento delle vendite del 7,5%. Più nel dettaglio, tra le vendite nel 2021, l'area di applicazione predominante è quella dei robot per manipolazione (72% del totale), seguono la saldatura (10,6%) e l'assiemaggio (9,8%). (ANSA).
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA