Lukaku trascinatore, Genoa travolto e Inter in fuga

Gol lampo del belga, poi Darmian e Sanchez firmano il 3-0

L'Inter e Lukaku non si fermano.    Anzi continuano a correre, travolgendo tutto quello che trovano davanti. Altro giro, altro 3-0, stavolta al Genoa, che capitola già dopo 32" sull'ennesima azione alla Lukaku, una corsa di potenza e rabbia chiusa con un tiro nell'angolino. È il segnale di un pomeriggio difficile per i rossoblù - che peraltro avevano scelto un ampio turn over in vista del derby, mercoledì - anche perché la squadra di Conte non sarà implacabile sotto porta ma passa gran parte dei 90' nelle vicinanza dell'area avversaria, creando occasioni a ripetizioni. Non basta Perin ad evitare il tracollo, con Darmian e Sanchez che nella ripresa chiudono i conti: quinta vittoria consecutiva per i nerazzurri, che vanno a +10 sulla Juventus e provano davvero la fuga.
    Il gol lampo di Lukaku mette in discesa la gara, ma i nerazzurri continuano come se nulla fosse, anche grazie a un Genoa troppo rinunciatario (sei cambi per Ballardini rispetto all'ultima gara, con la testa alla Samp).   Lo svantaggio infatti porta una timida reazione dei rossoblù che però non va oltre un paio di conclusioni troppo deboli per impensierire Handanovic, fatta eccezione per un destro ravvicinato di Scamacca dopo che il portiere sloveno si fa scappare la palla in uscita su un corner. Dall'altra parte, Perin deve fare gli straordinari, salvato pure dalla traversa su una conclusione dal limite di Barella.
    Nella ripresa l'Inter abbassa i ritmi, aspettando l'occasione giusta per chiudere la gara. Ballardini intravede qualche possibilità invece per riaprirla e butta nella mischia Shomurodov e il grande ex Pandev, passando a un più offensivo 4-2-3-1. I nerazzurri però in contropiede sono letali, soprattutto quando il pallone transita per i piedi di Lukaku.   L'ennesima corsa del belga si conclude con un assist a Darmian, che in diagonale col destro trova il 2-0 che di fatto chiude la gara. Il Genoa non ha più le forze di reagire, anzi viene punito pure da Sanchez con un colpo di testa dopo un grande intervento di Perin su Lukaku.  Nel finale l'Inter rischia di dilagare, con Perin che evita il poker nerazzurro con grandi interventi su Lukaku, D'Ambrosio e Sanchez. 

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        MyWay Autostrade per l'Italia
        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie