Liguria
  1. ANSA.it
  2. Liguria
  3. Impresa Spezia, ma il Milan protesta

Impresa Spezia, ma il Milan protesta

Errore dell'arbitro sfavorisce rossoneri, lo Spezia vince al 96'

(ANSA) - MILANO, 17 GEN - Accade di tutto a San Siro. Milan-Spezia è una partita destinata a scatenare fiumi di polemiche ma che i rossoneri, dopo essersi portati in vantaggio, non riescono a vincere. Il Milan sciupa la chance di sorpasso sull'Inter e vede il Napoli avvicinarsi pericolosamente a soli due punti. Inutile il gol di Leao, il migliore in campo nella squadra di Pioli, pesa l'ennesimo rigore sbagliato - procurato da Leao - con l'errore dal dischetto di Theo Hernandez. Sbaglia la difesa rossonera sul pari di Agudelo. Clamorosa e inspiegabile la decisione dell'arbitro in pieno recupero che non concede il vantaggio al Milan vanificando il gol di Messias e interrompendo il gioco. All'ultimo secondo disponibile, poi, ripartenza dello Spezia e arriva il 2-1 firmato da Gyasi a tempo ormai scaduto.
    Inevitabili le proteste dei pochi tifosi rossoneri presenti a San Siro. Ma il Milan doveva chiudere prima la partita, la posta in palio era la vetta della Serie A e serve più cinismo sottoporta. Invece lo Spezia resiste agli assalti della squadra di Pioli grazie ad una prova straordinaria di Provedel che è un muro su Ibrahimovic, soprattutto nei minuti finali. Nella serata delle sue 150 presenze con la maglia del Milan, lo svedese manca il gol. A fare la differenza è Leao che prima si procura il rigore, intuendo un'incertezza del portiere ligure su un retropassaggio da linea laterale. Provedel frana sul portoghese, l'arbitro dà fallo in attacco ma la Var lo chiama a rivedere le immagini e viene concesso il rigore. Theo sbaglia ma un minuti più tardi Leao è ancora decisivo: lancio lungo di Krunic, favorito anche dall'errore di Nikolau, e il portoghese brucia tre avversari calciando in porta con un pallonetto.
    Nella ripresa Provedel si supera e respinge su Saelemaekers. La partita però non è chiusa. La squadra di Thiago Motta alza ritmo e baricentro. Prima Maignan salva su Amian poi il portiere rossonero nulla può al 19' sulla conclusione di Agudelo, appena entrato. Il cross di Verde al centro è perfetto, Kalulu questa volta sbaglia i tempi e il gol rivitalizza i liguri. Pioli corre ai ripari, richiama Brahim Diaz ancora poco soddisfacente e butta nella mischia Giroud per gli ultimi venti minuti di partita. Un 4-4-2 con Ibra-Giroud in attacco per cercare il raddoppio. Ma è lo Spezia a guadagnarsi le occasioni più limpide per il vantaggio con Aduelo e Kovalenko, due giocatori subentrati. Poi al 47' clamoroso errore dell'arbitro che non concede il vantaggio al Milan e fischia un fallo su Rebic fermando il gioco mentre Messias calcia in porta segnando. Gli ultimi secondi sono di fuoco: Ibra su punizione obbliga Provedel alla deviazione in tuffo, poi in qualche modo neutralizza il colpo di testa dellos vese oltre la traversa. E al 51', superati i 5' di recupero, contropiede dello Spazia e gol di Gyasi. La difesa del Milan si trovare scoperta ed è un ko che pesa tantissimo, perché ora i rossoneri affronteranno Juventus e Inter. Rientrerà Romagnoli, ma non Tomori e dietro il Milan soffre davvero troppo. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        MyWay Autostrade per l'Italia

        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie