Covid: Commissario Molise, Larino era scelta giusta

Giustini, Vietri un centro dedicato per il Covid

(ANSA) - CAMPOBASSO, 13 GEN - Il Commissario ad Acta per la sanità, Angelo Giustini, che nei giorni scorsi aveva annunciato le sue dimissioni in contrasto con il Tavolo tecnico ministeriale (Mef-Salute), ma ad oggi nel pieno delle sue funzioni, è tornato in Molise e come primo atto ha effettuato un sopralluogo all'ospedale Cardarelli di Campobasso, centro Hub regionale per il Covid, dove la scorsa settimana di sono registrati circa 30 casi di contagio tra personale e pazienti del reparto di Chirurgia. "Un atto dovuto - ha spiegato alla Tgr Rai Molise - per rendermi conto oggettivamente di tutto quello che si legge. Ho visto - ha aggiunto - che si è verificato, senza puntare il dito contro nessuno, quello che avevo previsto a maggio e giugno". In sostanza Giustini ha fatto capire che sarebbe stato il caso di aprire un centro Covid all'ospedale 'Vietri' di Larino (Campobasso), ma "queste sono cose che vanno al di sopra della mia figura, è una decisione collegiale tra Roma (ministeri vigilanti Salute ed Economia sul Piano di rientro ndr), Regione e struttura commissariale. Io ho fatto la mia parte, loro hanno fatto la loro, la rispetto come cittadino, Commissario e Generale (in pensione della Gdf). Sull'ipotesi di allestire a Larino un centro Covid ha poi detto che "si può rivedere, ma non da solo e collegialmente, la possibilità di fare un Centro unico a Larino Covid dedicato". (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030



        Modifica consenso Cookie