Covid riduce consumo carne, Miac sbarca sul web

Piattaforma digitale per unico ingrosso bovini d'Italia

(ANSA) - CUNEO, 15 GEN - L'innovazione al centro del piano strategico del Miac, il Mercato Ingrosso Alimentare alle porte di Cuneo: in primavera aprirà una piattaforma digitale per la vendita online di bovini, carne e altri prodotti piemontesi.
    Accanto al mercato dei bovini il lunedì mattina, l'unico all'ingrosso rimasto in Italia (e dove il prezzo si calcola ancora in lire) la società Miac, partecipata al 53% dal Comune di Cuneo, ha deciso di allargarsi anche al web. "Si tratta di una prima risposta alle esigenze imposte dalla pandemia, che ha ridotto il consumo di carne e colpito anche la razza bovina piemontese - spiega il presidente del Consiglio di amministrazione, Marcello Cavallo -. L'obiettivo è vendere anche al di fuori dei nostri confini, creare nuovi sbocchi, senza sostituirci alle organizzazioni degli allevatori".
    Sulla piattaforma online le aziende potranno inserire foto e caratteristiche tecniche dei bovini, la tracciabilità (dalla nascita all'alpeggio alla macellazione) e organizzare anche aste, con la possibilità di contrattare prodotti come mangimi e foraggio. Sarà aperta anche una 'vetrina web' per la vendita della carne macellata dentro il Miac e prodotti Made in Piemonte come vino, riso, tipicità locali. La sede del Miac è anche sede del Polo di innovazione regionale Agrifood, che ha coinvolto oltre 500 imprese piemontesi attivando oltre 40 milioni di investimenti. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030



        Modifica consenso Cookie